QuickCharge 3.0 Anker - 4

Il primo QuickCharge(r) 3.0 è di Anker, la nostra prova (foto)

Emanuele Cisotti

Qualcomm ha presentato la sua tecnologia Quick Charge 3.0 a settembre dello scorso anno. Si tratta di un grande incremento in prestazioni (e sicurezza) nel caricare smartphone con batterie (speriamo) sempre più capienti. Qui trovate maggiori dettagli sulla tecnologia.

Come è facile capire, sopratutto se avete letto il nostro articolo di premessa, è ancora troppo presto per parlare di una reale implementazione di questa tecnologia in qualsiasi smartphone, visto che i primi avranno probabilmente lo Snapdragon 820 a bordo. Anker, prima per vendite di alimentatori negli Stati Uniti, ha voluto però anticipare i tempi mettendo in commercio il primo alimentatore certificato per funzionare con questa tecnologia e retro-compatibile con Quick Charge 1.0 e 2.0, cosa non scontata, perché non necessariamente disponibile con la terza versione di questa tecnologia. Noi lo abbiamo provato su alcuni dispositivi dotati della seconda versione di questa tecnologia ed è stato riconosciuto alla perfezione.

Si chiama PowerPort+ 1 e supporta l’output a 5V-3A, 9V-2A e 12V-1.5A. È compatto e leggero, anche se meno compatto di alcuni alimentatore in dotazione con i vari smartphone e ha anche un ben visibile led verde nascosto sotto la plastica nera lucida a fianco della unica porta USB. Se dovete cambiare alimentatore e cercate un prodotto di qualità che supporti anche le future tecnologia questo caricatore Anker può fare al caso vostro. Segnaliamo solo come purtroppo nella confezione non sia incluso nessun cavo (microUSB o Type C) e che quindi dovrete utilizzarne uno già in vostro possesso. Lo trovate a 15,99€ su Amazon.it.

  • Usuppue

    anker la migliore! ho comprato alimentatori powerbank e cavi anche in nylon tutti prodotti ottimi

    • Lorenzomx

      I cavi in nylon mi si sono rotti dopo un mese.. Beato te..

    • Lorenzo Ori

      Peccato che gli ultimi cavi di anker rischiano di friggere i nuovi nexus

      • Usuppue

        in che senso?

        • Lorenzo Ori

          Nel senso che sono costruiti senza le giuste specifiche tecniche. Ti invito a leggere le recensioni fatte su amazon dall’ing della Google

  • chiedo alla redazione se hanno provato ad usarlo con uno smartphone o tablet senza supporto a questa tecnologia e se si, se hanno notato comunque un output alto di corrente (insomma, che anche se il dispositivo non supportasse il quickcharge comunque l’alimentatore dia un uscita di 2 ampere o superiore)

  • Giampaolo Cavalca

    più che dei cavi , io mi preoccupo di capire se è una tecnologia di ricarica compatibile con il mio zenfone 2 Asus