selfiestick

Il bastoncino non bastava: adesso Selfie Stick è anche un’app

Giuseppe Tripodi

Vi ricordate quanto era bello qualche anno fa passeggiare per le piazze? L’aria era più fresca (?), nessuno utilizzava ancora il termine selfie e, soprattutto, non esistevano i selfie stick.

Purtroppo da allora sono cambiate tante cose: gli autoscatti hanno cambiato nome ed è nato un vero e proprio business attorno ai bastoni che ci permettono di allontanare lo smartphone per ampliare l’inquadratura e migliorare lo scatto.

LEGGI ANCHE: Il nostro confronto fra selfie stick

Potrà quindi un’app per iOS chiamata Selfie Stick salvarci dai tanto odiati selfie stick? Probabilmente no, ma siamo abbastanza disperati da sperarci.

selfie-stick2
Credits: Cyanide and Happiness

Selfie Stick, dicevamo: si tratta, ovviamente, di un’app che mira a farci ottenere il selfie perfetto. Per farlo, ci invita a poggiare lo smartphone su una superficie, utilizza un sistema di tracciamento della testa ed emette un suono quando siamo inquadrati: una volta che tutto è pronto, basta inclinare il capo per avviare il conto alla rovescia di 3 secondi, che è possibile anche ascoltare tramite dei “bip” con l’apposita impostazione.

Purtroppo l’app è ancora piuttosto acerba e non sempre funziona come dovrebbe, ma vale la pena provarla comunque, anche considerando che è gratuita per il lancio e che si tratta solo della primissima release. Se volete cimentarvi con i selfie col vostro iPhone, quindi, cliccate pure il badge di seguito.

App Store badge

Via: TechCrunch