Italia Connessa, lo sviluppo digitale delle regioni italiane secondo i dati TIM

Giuseppe Tripodi

Arrivato quest’anno alla quarta edizione, ancora una volta il rapporto di TIM Italia Connessa fornisce un quadro chiaro ed aggiornato circa lo sviluppo digitale nelle diverse regioni italiane.

Lo studio parte dalla situazione generale dell’Italia in rapporto agli altri stati europei: il nostro paese si posiziona abbastanza bene in termini di copertura LTE rispetto ai 28 paesi dell’Unione Europea, un po’ meno in termini di copertura per le reti fisse NGN. In entrambi i casi, comunque, si è registrato un forte incremento nel corso del 2014, anno durante il quale le coperture LTE e NGN sono cresciute rispettivamente del 38% e 16%: come è possibile notare dal grafico qui sotto, attualmente quasi l’80% delle famiglie italiane sono raggiunte dalle reti 4G.

Inoltre, per la prima volta quest’anno è stato applicato al livello regionale la metodologia DESI (Digital Economy and Society Index), utilizzata dall’Unione Europea per misurare il livello di digitalizzazione dei diversi paesi. Ogni regione, quindi, è stata catalogata in base a 32 indicatori aggregati in 5 sottodimensioni: livello di connettività, competenze digitali, uso di internet, integrazione delle tecnologie digitali e sviluppo dei servizi pubblici digitali. Il risultato è stato riassunto nello schema che trovate di seguito, rapportato alla situazione italiana e la media degli altri 28 paesi europei.

DESI Regioni Italiane

Dai dati forniti da TIM emerge anche un’importante crescita di copertura delle reti fisse NGN nelle regioni del Centro-Sud, dove Telecom Italia si è aggiudicata tutti i bandi di gara indetti dal Ministero per lo Sviluppo Economico grazie ad un modello di partnership tra pubblico e privato. Nello specifico, la Calabria è in testa con l’80% delle unità abitative è raggiunta da rete NGN, seguita da Campania (70%) e Lazio (53%).

LEGGI ANCHE: TIM promette il 4G al 95% degli italiani entro il 2017

Infine, TIM ha annunciato il vincitore del concorso Comuni Connessi, rivolto a oltre 130 comuni di medie dimensioni: a trionfare è stato il comune di Chiari, in provincia di Brescia, che ha presentato il miglior piano di sviluppo digitale locale. Qui TIM realizzerà le infrastrutture ultrabroadband fisse e mobili entro il 2016, in anticipo rispetto ai propri piani. Gli altri due comuni sul podio, Narni (Terni) e San Minato (Pisa) vedranno la realizzazione delle infrastrutture di nuova generazione entro il 2017.

Per saperne di più vi rimandiamo al portale Italia Connessa dove troverete tutti gli articoli relativi al progetto, mentre se vi interessa il lungo report di TIM (dove troverete tutte le analisi effettuate, regione per regione) potete scaricarlo da questo indirizzo.

Via: Mondo3