La grafica di smartphone e tablet è “obsoleta”, parola di Matías Duarte

Massimo Maiorano -

Matías Duarte, vicepresidente della divisione design di Google, si è espresso circa lo stato attuale della componente grafica di smartphone e tablet.

Secondo Duarte, sin dal rilascio del primo iPhone, l’aspetto grafico dei dispositivi “tascabili” sarebbe rimasto praticamente invariato ed essenzialmente caratterizzato da colonne di applicazioni inserite in display touch rettangolari. Un periodo “cristallizzato” che avrebbe bisogno di un rinnovamento, ma che un primo passo chiamato Material Design potrebbe andare a mutare, come già fatto con il poco organizzato aspetto di Android.

Ci sarebbe ancora da lavorare comunque, ma Duarte ritiene che l’unione tecnologia/design inizialmente problematica starebbe iniziando ad essere meno “dolorosa”, con conseguente aumento del sapere al riguardo, aspetto che dovrebbe tra l’altro andare a creare importanti figure professionali al momento inesistenti nel settore ed in grado di conoscere i materiali utilizzati, lo stile, la storia della tipologia di prodotto, i processi di lavorazione.

LEGGI ANCHE: Passato, presente e futuro del mondo mobile, attraverso gli occhi di Matías Duarte 

Si procederà a tentativi, aiutati anche dall’evoluzione tecnologica, come già accaduto per Android Wear: nel caso degli orologi smart infatti l’organizzazione delle applicazioni in colonne è poco pratica, di conseguenza si è cercato di unire il mondo del design ad un display tondo/rettangolare da utilizzare al polso, ed il risultato è stato un nuovo layout che per ora funziona, ma che bisognerà migliorare come è giusto che sia nel campo del design.

Trovate l’intervista completa rilasciata da Matías Duarte ai colleghi di Wired a questo indirizzo. Cosa cambiereste dell’attuale grafica di smartphone e tablet?