Pocket Arena Saga WTF

Nintendo se n’è accorta: Pocket Battle sparisce, poi ricompare sotto mentite spoglie

Giorgio Palmieri -

Curiosa la vicenda che circonda questo titolo, il cui nome francamente non riusciamo ancora a pronunciare senza avere qualche dubbio se sia davvero quello o meno.

Per quei quattro che non lo conoscessero, Pocket Battle è un titolo pubblicato su Android e iOS un po’ di settimane fa, edito dalla software house DNA Games Inc e ambientato nell’universo, udite udite, dei Pokémon.

Il gioco ha subito alzato un polverone proprio nella giornata del 7 dicembre, data in cui abbiamo prontamente segnalato la presenza di Pocket Battle su entrambi i principali store, in quanto era previsto un grande annuncio da parte di Nintendo nello stesso giorno, che poi si è rivelato essere l’approdo di Minecraft su Wii U.

APPROFONDISCI: Tutto quello che c’è da sapere su Pokémon Online. O Pocket Battle, o Pocket Arena Saga. Insomma, quel gioco lì.

Pocket Battle è poi stato successivamente rimosso sia da App Store che dal Play Store, così come il video caricato dai colleghi di TouchGameplay, per violazione di copyright da parte di Nintendo stessa.

Credevamo che l’avventura fosse finita, e invece la tenace DNA Games sembra non voler lasciare la corda. Il titolo in questione è infatti stato ripubblicato in questi giorni in esclusiva sul negozio virtuale di Google con un nuovo nome, Pocket Arena Saga.

LEGGI ANCHE: Nuovi imperdibili dettagli su Pokémon Go

La cosa incredibile è che gli screenshot dimostrativi, questa volta, non mostrano alcun richiamo al mondo dei Pokémon. Le creature di Satoshi Tajiri sono infatti sostituite da mostriciattoli dalla dubbia personalità, ma solo nelle immagini, perché in-game ci sono sempre i Pokémon. Anzi, in realtà il gioco è identico, solo con un nome diverso. Quanto durerà questa volta?

In ogni caso, anche se ci chiediamo perché Nintendo ci abbia messo così tanto per prendere dei provvedimenti a riguardo, l’unica cosa certa è che abbiamo la conferma della non ufficialità del prodotto. E meno male.

Play Store badge

  • Betelgeuse

    l’unica cosa davvero sconcertante di tutta la vicenda è che pocket battle era stato pubblicato proprio da DNA games, il nuovo nome di DeNA! in altre parole la STESSA compagnia con cui Nintendo ha fatto un accordo ha pubblicato un gioco non ufficiale e illegale con marchi e nomi Nintendo, sua partner… O.0 cosa cavolo?!

    Fin dall’inizio ho sostenuto che Nintendo poteva scegliersi un publisher molto migliore di DeNA! (PopCap, GluMobile o Gamevil per stare su nomi grossi)

    • No no. Almeno ché non capita un colpo di scena di quelli incredibili, questo gioco non ha nessuna affiliazione con Nintendo, Pokémon e la stessa DeNA.

    • Inter Triplete

      Il resto non so ma che DNA sia il nuovo nome di DeNA francamente non risulta.

  • Inter Triplete

    Nintendo ultimamente è attaccata un po’ su tutti i fronti. Ottimo momento per farsi 3DS e Wii U, le migliori console sulla… scena! 😉

  • Mattia Bellardi

    Fatto sta che l’hanno anche migliorato sotto alcuni aspetti. La grafica è leggermente migliore, le sprite varie dei pokemon/personaggi sono più definite e le animazioni dei combattimenti un po’ più carine.