3D scan

Il vostro prossimo smartphone potrebbe fare invidia agli attuali scanner 3D

Giuseppe Tripodi

Con gli attuali scanner e fotocamere 3D, non sempre i risultati ottenuti sono così “puliti” come ci aspetteremmo. Nonostante la scansione e la stampa di oggetti sia un campo in cui sono stati fatti passi da gigante negli ultimi anni, ancora i risultati sono spesso piuttosto grezzi. Per ottenere dei risultati sufficientemente accurati, è necessario avere grandi scanner laser, che non è decisamente facile portarsi dietro.

Tuttavia, una ricerca dell’MIT potrebbe cambiare radicalmente la situazione e permettere persino agli smartphone di ottenere immagini 3D di ottima qualità: un gruppo di ricercatori ha infatti sviluppato una nuova tecnica, che usa le luci polarizzate per migliorare di ben 1.000 volte l’acquisizione di calchi in 3D.

Di seguito un’immagine che mostra visivamente il livello di profondità ottenibile grazie a questa nuova tecnica.

mit scan 3d luce polarizzata

La faccia negativa della medaglia è che, utilizzando filtri per polarizzare la luce, la risoluzione degli scatti cala drasticamente: per il momento, quindi, non possiamo aspettarci fotocamere da decine di megapixel che siano anche in grado di funzionare da scanner 3D, ma l’idea di poter realizzare un modello in tre dimensioni semplicemente con il nostro smartphone è decisamente affascinante.

Via: Enadget