Hybrid Earphones, la nostra prova dei nuovi auricolari di Xiaomi (foto)

Nicola Ligas -

A pochi giorni dalla prova degli OnePlus Icons, arriva un loro degno rivale col marchio di un’altra nota azienda cinese; nota soprattutto per il prezzo contenuto dei suoi prodotti, che però non lesinano in quanto a qualità. Vediamo quindi se le Xiaomi Hybrid Earphones saranno tenere fede al loro retaggio.

Confezione

Confezione molto piccola e semplice, interamente in cartone, all’interno della quale troviamo le cuffie, ed un set di 4 coppie di gommini in tutto (due già inseriti negli auricolari). Inutile scavare, perché a parte un classico foglietto illustrativo non troverete nient’altro.

Xiaomi Hybrid Earphones -3

Costruzione e comodità

Molto leggeri (14 grammi), con la cassa degli auricolari in metallo un po’ sporgente, e la parte in-ear piegata in avanti per favorire l’inserimento. Le Hybrid Earphones sono comode e facili da indossare, ma la loro presa sull’orecchio non è delle migliori mai provate, complice anche la discreta sporgenza degli auricolari, che in seguito a qualche strattone di troppo potrebbero mollare la presa.

LEGGI LA RECENSIONE: Zoro II Wireless, cuffie Bluetooth (foto e video)

Il filo è in parte rivestito in tessuto, almeno finché questo non si sdoppia, dove diventa in plastica. Lungo il cavo destro abbiamo anche microfono e controlli multimediali. Questi ultimi non hanno alcuna indicazione incisa sopra circa la loro funzionalità e non sono troppo sagomati; hanno anche una corsa piuttosto breve, e dovrete farci un po’ l’abitudine per imparare a riconoscerli ed utilizzarli correttamente senza guardarli. Sul lato opposto a questi è chiaramente visibile il foro per il microfono, e l’intera struttura di questa parte è zigrinata e piacevole al tatto. Allo stesso modo è zigrinato anche il connettore del jack audio, che gli conferisce anche un discreto grip per estrarlo facilmente.

Qualità

Xiaomi riporta un’impedenza di 32 Ohm ed una risposta in frequenza di 20 Hz – 20 KHz, esattamente con il modello di OnePlus, anche se ad orecchio diremmo che ci fermiamo un prima, ovvero a 16.000 Hz.

LEGGI ANCHE: MEE Audio M7P: auricolari per il fitness

Il risultato è un suono che non è tra i più ricchi e pieni di note mai apprezzati, al quale manca un po’ di corpo e vigore rispetto a soluzioni più complete. Nella musica classica vi perderete quindi facilmente qualche tonalità, soprattutto tra le più alte, mentre può andarvi meglio con metal ed Jazz. Rap e pop sono più un terno al lotto a seconda del brano e la musica elettronica stenta un po’ a decollare.

Non fraintendeteci, non sono affatto dei cattivi auricolari, soprattutto in rapporto al prezzo (vedi paragrafo finale), semplicemente basta essere coscienti che non state comprando dei prodotti di fascia alta a prezzo stracciato.

Xiaomi Hybrid Earphones -5

Per quanto riguarda l’audio in chiamata non ci sono particolari problemi, sia come chiamante che ricevente. Il pulsante centrale avvia, come di consueto, anche l’assistente vocale di Android o iOS, con una pressione prolungata.

Prezzo

Il prezzo è ancora una volta un punto forte per Xiaomi, che riesce a coniugarlo con la qualità come pochi, e queste Hybrid Earphones non fanno eccezione. Noi le abbiamo prese su Honorbuy per soli 29€, cifra più che consona alla loro qualità, che non è eccelsa come già detto, ma vale senz’altro questo prezzo, ed anche qualcosa di più.