Apple Genius Bar

Le foto della luna di miele perse sono costate caro ad Apple!

Giuseppe Tripodi

Immaginate la scena: andate in un Apple Store e un caloroso Genius vi accoglie con la sua polo azzurra. È gentile, accomodante e ti assicura che non c’è problema, si occuperà lui del tuo iPhone e presto tornerà tutto ok.

Chiunque si fiderebbe, probabilmente senza neanche dare troppo peso a quello che conserva sullo smartphone: questo è stato l'”errore” di Deric White, pensionato 68enne inglese che purtroppo si è visto sparire dal dispositivo tutte le foto della sua luna di miele alle Seychelles.

LEGGI ANCHE: Apple sta davvero testando cinque diverse varianti di iPhone 7?

Con ogni probabilità gli scatti sono andati perduti in un ripristino del dispositivo, che sarà stato necessario al fine di completare la riparazione: ma l’agguerrito White non si è dato per vinto e, non ricevendo alcun riscontro dal negozio della mela, ha portato l’intera Apple davanti al tribunale.

La società di Cupertino è stata condannata a risarcire all’uomo 2.000£ (circa 3.800€), suddivisi tra danni e costi processuali. Non è chiaro se il Genius si fosse accertato che il signor White avesse un backup delle foto prima di procedere con il ripristino, ma Apple avrà preferito la via più semplice per chiudere al più presto la questione, ossia quella del pagamento.

White ha dichiarato allo Standard che l’ha fatto per una questione di principio, perché le grandi società come Apple non devono sentirsi autorizzate a non rispettare i propri clienti.

Via: CNET
  • Martino Fontana

    Ma la colpa è sua, non ha senso!
    R.I.P. intelligenza. (che poi era morta molto prima, ma va beh…)

    • PasquAle

      Non voglio entrare troppo nel merito della colpa di chi fosse, però ti faccio una domanda facile facile, se un amico ti chiede di aiutarlo a resettare il suo smartphone o peggio di dargli un’occhiata poiché non va come dovrebbe andare e tu decidi che la cosa migliore da fare sia, appunto, un reset allo stato di fabbrica, pensi che glie lo diresti che tale procedura gli cancellerà ogni dato dalla memoria? Così, per quel senso di “io te l’avevo detto”!
      Io lo faccio sempre, amico o meno che sia…

      • Martino Fontana

        Certo che glielo dico! Un reset alle impostazioni di fabbrica non è una piccolezza!

    • a’ndre ‘ci

      il discorso qui è molto più vasto…
      solo il fatto che uno si fidi a fare foto con il cellulare e tenerle solo lì… il 90% neanche sa collegarlo al pc per scaricarle (SE sa che si può fare)

      • Martino Fontana

        Che mondo triste… Ma:
        1) La legge non era uguale per tutti?
        2) Perché lo studio dei computer non è obbligatorio? C’è l’ECDL, ma descriverne l’inutilità è un po’ superfluo. E poi non è nemmeno obbligatorio.

        Povero mondo…

        P.S.: se qualcuno mi dice che essendo un’iPhone non poteva collegarlo al computer perché era Windows o Linux (quest’ultimo terribilmente improbabile) lo ammazzo. Esistono TRE cose: il cloud, l’enorme probabilità che il computer è un Mac (è ricco, chi ha soldi da buttare ce l’ha sicuramente la stanza Apple) e il Jailbreak. Ok, con quest’ultima scherzavo. 😀

        • a’ndre ‘ci

          eh… potrei dirti la stessa cosa sulla meccanica…