Sony-Xperia-Z5-Premium

4K su smartphone? C’è già chi lavora per ridurre i consumi

Giuseppe Tripodi

Prima di saltare ai commenti per ribadire ancora una volta che i 4K non servono a nessuno!1!, vi ricordiamo che appena due anni fa ridevate del QHD, che adesso è praticamente lo standard di qualsiasi top di gamma.

Quindi sì, sebbene la corsa all’aumento dei pixel faccia sempre sorridere, è evidente che l’Ultra HD sia il futuro e, prima di quanto crediate, si imporrà come risoluzione di riferimento per i vostri smartphone. D’altronde, sebbene non utilizzi praticamente mai tutti quei pixel, l’Xperia Z5 Premium di Sony supporta già la riproduzione a 3.840×2.160.

LEGGI LA RECENSIONE: Sony Xperia Z5 Premium

I problemi reali con i 4K sono due: il costo e i consumi. Ma abbiate fiducia, perché mentre il primo si risolverà “da solo” con l’aumentare della produzione, c’è già chi sta lavorando per ridurre la quantità di batteria utilizzata nella riproduzione dei video in Ultra HD.

Parliamo di FujitsuKogakuin University, che stanno collaborando per un’ottimizzazione lato software: la nuova tecnologia sviluppata permette già di eseguire un filmato in 4K a 3o fps senza alcun incremento dei consumi; inoltre, il team assicura che lo stesso risultato si potrà presto raggiungere con i 60 fps.

Questa tecnologia, per la quale i lavori sono iniziati nel 2012, è già stata implementata da alcuni dispositivi Keisoku Giken, che convertono automaticamente i filmati registrati in Ultra HD.

Insomma, sappiate che c’è già chi sta studiando come evitare che i nostri futuri smartphone in 4K consumino un sproposito, ma c’è ancora un po’ di lavoro da fare prima che questa tecnologia sia pronta per il mercato dei dispositivi mobili.

Via: CNET
Sony Xperia Z5 Premium

Sony Xperia Z5 Premium

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00
  • Enrico Furnari

    i commenti nell’articolo di due anni fa sono geniali. Questo dimostra 1) quanto siamo prevenuti e non sappiamo vedere a un palmo dal naso 2)quanto siamo ipocriti.
    P.S. Ho usato il “noi” ed non è una critica per far esplodere il putiferio qua sotto.

    • Marco Raimondi

      Grandissimo….straquoto!

      • Gabriele

        rimane un dato di fatto che con il progredire della tecnologia potranno anche darci schermi da 50 Mpixel certo sarà lo standard fra 5 anni, ma il nostro occhio non percepirà mai, e dico mai, quelle risoluzioni.
        E questo è un dato di fatto, scienza non parole, al netto di quello che il marketing ti fa credere di vedere.
        Guardate le carte di risoluzione della acuità visiva del nostro occhio (di persone che hanno 10/10) e poi ne riparliamo.
        Almeno che abbinati ai telefoni non diano delle lenti a contatto bioniche per poter apprezzare quelle risoluzioni.
        é una piega inutile questa, come la rincorsa ai Ghz delle cpu e ai Mpixel stessi dei sensori fotografici.
        La natura e l’evoluzione hanno tempi mooolto più lunghi del progresso tecnologico.
        Avrei preferito mille volte autonomie di una settimana (anche tre giorni mi sarebbero bastati) invece di questa escalation inutile alle risoluzioni.
        Ma evidentemente è molto più difficile trovare la tecnologia o applicarla per batterie molto più efficienti.
        Poi ognuno è libero di pensarla come vuole, credendo (magari dai suoi occhialoni da miope) di vedere differenze apprezzabili oltre il fullhd su display da 5,5″