ricerca in app

Google vi farà provare le app in streaming dai risultati di ricerca

Nicola Ligas -

Google ha annunciato un notevole passo in avanti per la ricerca da dispositivi mobili, passo in avanti che è solo l’inizio di un salto più ampio che ci auguriamo possa avvenire nel prossimo futuro. Sì perché la ricerca su smartphone in particolare è diversa da quella sul web: il risultato deve essere diverso per adattarsi al diverso tipo di dispositivo, e questo risultato, il migliore, spesso si trova all’interno di un’app, una che magari non avete installato.

Google in realtà già indicizza i contenuti di molte applicazioni (negli indici del motore di ricerca ci sono circa 100 miliardi di riferimenti alle app, tanto che il 40% delle ricerche effettuate su Android riporta a contenuti in app), ma finora Google ha mostrato solo contenuti di app che hanno un corrispondente contenuto sul web.

LEGGI ANCHEGoogle presenta il nuovo Google+

Da oggi però, in partnership con app quali HotelTonight, Chimani, Daily HoroscopeNew York Subway (avrete già capito che parliamo di una cosa che debutta negli USA, vero? – NdR), Google mostrerà anche contenuti originali, non disponibili altrimenti che nelle app in questione. Inoltre per alcuni di questi c’è un’opzione di “stream”, che funziona solo sotto Wi-Fi, e che in pratica permette di ricevere una versione in streaming dell’app, per navigare al suo interno e sfruttarne le funzioni, anche senza averla installata. Ovviamente il pulsante per installarla del tutto sarà sempre a portata di clic.

Un piccolo esempio potrete averlo tramite l’animazione qui sotto, e prossimamente (ma supponiamo ci vorrà ancora diverso tempo) sui vostri smartphone.

Fonte: Google