preoccupazione smartphone istock final

Preferireste perdere i dati bancari o vostre foto nudi? Questa e altre imbarazzanti domande in questo studio

Giuseppe Tripodi

Sappiamo bene che sul vostro smartphone conservate cose che non vorreste venissero mai viste da nessun altro, eccetto forse il vostro partner, ma solo in alcune situazione.

Parliamo ovviamente dei dati della carta di credito. Cosa avevate capito?

Dato che siete qui a maliziare, sappiate che uno studio di Avast ha chiesto a quasi 25.000 persone di 11 nazioni diverse se preferirebbero che trapelassero i propri dati bancari o foto di sé nudi. Praticamente chiunque, dagli USA all’India, sarebbe più tranquillo se a circolare in rete fosse uno scatto osé, piuttosto che i dati della carta di credito (anche se i sondaggi nei paesi dell’America Latina come Argentina, Messico e Brasile toccavano quasi il 50/50).

Informazioni bancarie o foto nude Avast

Oltre questo, il sondaggio chiedeva agli intervistati cosa succederebbe se qualcuno avesse accesso alla loro cronologia: alla maggior parte degli utenti importerebbe nulla perché non hanno nulla da nascondere (ah, le gioie della Modalità Incognito!), ma nonostante tutto in India il 4,4% sostiene che sarebbe divorziato e nel Regno Unito l’1,3% pensa che verrebbe licenziato.

LEGGI ANCHE: Chi guarda porno da smartphone?

sondaggio cronologia

Infine, tra le altre domande imbarazzanti poste agli intervistati, Avast ha chiesto quali fossero le informazioni più confidenziali che vengono conservate sul proprio smartphone: la maggior parte ha risposto che sono i messaggi, ma ci si preoccupa anche di foto osé, specialmente in Spagna e Francia.

informazioni private smartphone sondaggio

Tutti questi dati risultano ancora più interessanti, sapendo che buona parte di tutti questi rischi sarebbero evitabili con una buona password di sblocco (o un pattern, impronta digitale etc…): tuttavia, mentre in Spagna e Francia quasi tutti bloccano il proprio smartphone, in altri paesi come l’Argentina solo il 27% degli intervistati ha dichiarato di aver impostato un blocco per il proprio dispositivo.

Sondaggio blocco dispositivo

E adesso siamo curiosi: voi lettori quali accorgimenti prendete per evitare lo smarrimento di dati personali? E, soprattutto, quali sono le informazioni che conservate sullo smartphone e che non vorreste mai finissero in mani altrui?

Via: TheNextWebFonte: Avast
  • Psyco98

    “Ci sono cose che si possono dire senza problemi, per tutto il resto c’è telegram”

  • Ugo

    è facilissimo, basta non avere foto di nudi…
    e manco informazioni bancarie sul cellulare.