Qualcomm fedele ai quad-core: gli octa-core sono solo marketing

Giuseppe Tripodi

Qualche giorno fa Qualcomm ha annunciato ufficialmente lo Snapdragon 820, nuovo SoC che come tutti ormai sapranno è un quad-core. L’azienda statunitense ha adottato infatti quattro CPU 64 bit Kyro, realizzate appositamente e combinate secondo una configurazione big.LITTLE (due core più performanti, due a risparmio energetico).

Qualcomm ha già annunciato che il nuovo Snapdragon 820 consumerà circa il 30% in meno rispetto all’attuale Snapdragon 810, ma allo stesso tempo sarà più performante, con prestazioni addirittura doppie nelle operazioni single-thread.

LEGGI ANCHE: Qualcomm spiega perché ha dimezzato i core con Snapdragon 820

Queste sono le informazioni ufficiali comunicate da Qualcomm durante la presentazione, che si è detta fedele ai quad-core e che, dopo la conferenza, ha anche criticato la corsa al maggior numero di core. Secondo la società californiana, infatti, la scelta di puntare su octa-core o addirittura deca-core è solo una questione di marketing (chissà cosa avrà da dire MediaTek a proposito?).

Addirittura, Qualcomm ha ammesso di aver realizzato chip octa-core (Snapdragon 810, ad esempio) e che ne realizzerà altri economici in futuro perché “costretta” a farlo dal mercato, a causa della diffusa, errata convinzione che maggior numero di core corrisponda necessariamente a prestazioni migliori.

Dal canto nostro, non essendo mai stati grandi fan della moltiplicazione insensata dei core, apprendiamo con interesse quanto dichiarato da Qualcomm e aspettiamo con ansia di poter mettere le mani sui prossimi top di gamma con Snapdragon 820, nella speranza che il SoC di punta di quest’anno sia più fortunato del suo predecessore.

Via: PhoneArena