Apple Watch aggiornamento

KGI: niente schermo AMOLED per il prossimo iPhone. E forse neanche per il successivo

Andrea Centorrino -

Gli schermi AMOLED possono convincere o meno, ma non ci sono dubbi sui vantaggi che portino: minore spessore, grazie al fatto che non necessitano di illuminazione separata, risparmio energetico, e contrasto virtualmente infinito, rendono questa tecnologia una più che valida alternativa ai comuni LCD. Stando a quanto riportato da Ming-Chi Kuo, analista di KGI, nonostante l’adozione da parte di Apple di un pannello OLED per il suo Watch, il prossimo iPhone probabilmente continuerà ad utilizzare schermi LCD.

Questa predizione nasce dall’investimento di 4 miliardi di dollari  effettuato da Foxconn, il maggiore assemblatore di dispositivi Apple presente in Cina, per la costruzione di una nuova fabbrica di schermi LCD, che dovrebbe diventare operativa a partire dal 2018.

LEGGI ANCHE: iPhone 7 sarà il più sottile di sempre (spesso quanto i nuovi iPod Touch!)

Lo stesso Jony Ive, durante la presentazione di Apple Watch, sostenne che la tecnologia dello schermo di iPhone fosse vecchia: se lo smartwatch Apple non impiegasse un display OLED, sarebbe più spesso, la batteria durerebbe di meno, ed i contorni neri risulterebbero molto più accentuati, compromettendo l’estetica tanto cara in quel di Cupertino.

Ad ogni modo, mai dire mai: tre anni sono tanti, specie se consideriamo il flop dello sviluppo dei vetri in zaffiro, che a quest’ora sarebbero dovuti essere su tutti gli iPhone.

Fonte: 9to5Mac