Wind logo

La copertura LTE di Wind raggiunge il 48% degli italiani ma i ricavi calano

Lorenzo Quiroli

Wind ha pubblicato alcuni interessanti dati riguardanti la propria performance nei primi nove mesi di quest’anno: il più importante riguarda la copertura LTE che raggiunge ora il 48% della popolazione italiana, una buona cifra ottenuta grazie ad investimenti pari a 528 milioni di euro, che hanno portato anche un rafforzamento della rete HSPA+.

I ricavi ammontano a 3,25 miliardi di euro, in flessione del 7,4% rispetto al 2014, con un -2,3% dei ricavi da servizi. I clienti Wind sono 21,3 milioni, una quota mantenuta intatta rispetto all’anno scorso.

LEGGI ANCHE: 20 GB in regalo da Wind se scegliete Infostrada

Sono buoni i dati riguardanti l’app MyWind, sospinta da promozioni di vario genere, in particolare per incentivare la ricarica online: sono circa 9 milioni i download dell’app MyWind con un aumento degli accessi alle aree self-care del 95% rispetto all’anno precedente.

Nei primi nove mesi del 2015, WIND mostra una buona performance trainata dalla significativa crescita dell’internet mobile e dalla stabilizzazione della propria quota di mercato grazie alla forza dell’offerta commerciale che comprende ogni tipologia di cliente, dai più giovani, con offerte su misura per i nativi digitali, ai più maturi, con opzioni semplici e chiare da gestire.

I ricavi totali, nei primi nove mesi dell’anno, raggiungono i 3.250 milioni di euro in flessione del 7,4% rispetto al 30 settembre 2014 come conseguenza di alcune partite non ricorrenti registrate nel terzo trimestre dell’anno precedente. Al netto di tali partite, i ricavi totali di WIND decrescono del 6,1% in linea con i trimestri precedenti.

I ricavi da servizi mostrano una performance in continuo miglioramento trainati dagli ottimi risultati dei ricavi sia da servizi mobili che fissi.

Nella telefonia mobile, i ricavi da servizi decrescono del 2,3% nei primi nove mesi del 2015, registrando un ulteriore miglioramento sequenziale nel terzo trimestre pari al -1,5% (secondo trimestre -2,2%, primo trimestre -3,3%), grazie agli ottimi risultati riscontrati nell’Internet mobile con aumenti a doppia cifra sia nei ricavi, a +14,9%, sia nel numero di clienti che superano gli 11 milioni e registrano un aumento dell’11,6%.

I clienti mobili di WIND, al 30 settembre 2015, si attestano a 21,3 milioni con una quota di mercato stabile rispetto all’anno precedente a dimostrazione della forza del brand WIND, legato ai valori di chiarezza, trasparenza e semplicità, e della forza della propria offerta commerciale, sempre vicina alle esigenze dei clienti. Al fine di rafforzare ancor più i valori di WIND, all’inizio di agosto è stata lanciata la nuova campagna istituzionale, “Una grande giornata”, un cortometraggio che racconta una storia semplice ed attuale sull’utilizzo della tecnologia tra i giovani. WIND propone nuovamente una riflessione su uno dei valori cardine del suo brand: la vicinanza tra le persone. Il cortometraggio è stato molto apprezzato sulle piattaforme social con oltre 8 milioni e mezzo di visualizzazioni su Facebook e più di 1,2 milioni di visualizzazioni su YouTube. Secondo “YouTube Ads Leaderboard”, la campagna istituzionale di WIND è risultata la pubblicità creativa più popolare nel mese di agosto in Italia.

L’ARPU mobile nei primi 9 mesi del 2015 si attesta a 11,2 euro, stabile rispetto all’anno precedente, ma in aumento nel terzo trimestre rispetto a quello precedente. L’ARPU dati cresce del 7,6%, raggiungendo circa il 42% dell’ARPU totale, e compensando completamente il declino della componente voce.

Nella telefonia fissa, i ricavi da servizi nei primi nove mesi dell’anno decrescono dell’8% mostrando un trend in miglioramento dall’inizio dell’anno, con i ricavi broadband in crescita dell’1,1% e la componente unbundling a +1,6%. I clienti totali del segmento fisso sono pari a 2,8 milioni con quelli diretti stabili a 2,4 milioni. Ottimo il risultato del segmento broadband, che vede i clienti aumentare del 4,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, trainato dai clienti dual play a +8,2%, che superano i due milioni.

L’ARPU broadband, nei primi nove mesi dell’anno, è pari a 21,1 euro, stabile rispetto allo stesso periodo del 2014.

L’EBITDA, al 30 settembre 2015, si attesta a 1.230 milioni di euro in diminuzione rispetto all’anno precedente per effetto di alcune partite non ricorrenti registrate nel terzo trimestre del 2014 e per l’impatto nel 2015 derivante dalla vendita del 90% della società delle torri Galata a Cellnex. Al netto di tali impatti, l’EBITDA si riduce del 6,0% in linea con la performance dei ricavi totali.

Il margine EBITDA nei primi nove mesi del 2015 è pari al 37,8%, stabile rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente al netto dei due fattori sopracitati.

Gli investimenti di WIND, al 30 settembre 2015, sono pari a 528 milioni di euro, focalizzati sull’ampliamento della copertura LTE, che ha raggiunto circa il 48% della popolazione, e sul rafforzamento della rete HSPA+ in modo da poter supportare meglio la richiesta sempre crescente di dati dei clienti WIND.

Nell’ambito dell’interazione digitale con i clienti, WIND conferma la propria leadership registrando circa 9 milioni di download della App MyWIND ed aumentando gli accessi alle aree self-care del 95% rispetto all’anno precedente. Per ringraziare i propri clienti ‘nativi digitali’ il 16 settembre, in occasione della riapertura delle scuole, WIND ha lanciato il “WIND Ticket Day” attraverso il quale tutti i clienti WIND hanno potuto usufruire del biglietto gratuito dei mezzi di trasporto pubblici nelle 40 città italiane in cui è attivo il servizio di Mobile Ticketing.

Via: mondo3Fonte: Wind