iZettle Lite

Arriva in Italia iZettle, il sostituto ai POS che funziona con lo smartphone

Giuseppe Tripodi -

Per tutti i titolari di piccole e medie imprese, ma anche per chi volesse semplicemente dotarsi di un POS per ricevere pagamenti, iZettle potrebbe rappresentare un’interessante alternativa ai nomi più blasonati del settore.

Leader in Europa per il mobile payment, iZettle arriva in Italia con due prodotti: iZettle Lite e iZettle Pro Contactless. Il primo è un dispositivo a costo zero, che si connette via cavo a smartphone e tablet; per quanto riguarda la variante Pro, costa 59€ ma gestisce anche i pagamenti con carte contactless, con Apple Pay, Samsung Pay (prossimamente anche Android Pay) e si collega al nostro dispositivo tramite bluetooth o wireless. Entrambi i modelli accettano carte di credito e bancomat come MasterCard, Visa o American Express, e sono compatibili con Android e iOS.

LEGGI ANCHE: Samsung Pay supera il milione di utenti

Per utilizzare Zettle non ci sono tasse d’iscrizione, ma un costo sulle transizioni che va dall’1% al 2,75%, a seconda del numero di transazioni effettuate: ovviamente più viene utilizzato iZettle per ricevere pagamenti, minore è la percentuale richiesta.

Per attivare iZettle basta scaricare l’app e creare il proprio account su iZettle.com: una volta registrato il proprio profilo, il dispositivo richiesto verrà consegnato in due giorni lavorativi. Se volete saperne di più su iZettle vi rimandiamo al sito ufficiale, mentre di seguito potete trovare qualche immagine e il comunicato stampa.

Arriva in Italia iZettle, leader europeo del “mobile payment

iZettle sostituisce il Pos e facilita il business delle piccole-medie imprese con micro-finanziamenti semplici e veloci.

Milano, martedì 3 novembre 2015 – iZettle, start up svedese, leader in Europa nel mobile payment, si presenta al mercato italiano con un’offerta rivoluzionaria di soluzioni tecnologiche e finanziarie per effettuare pagamenti tramite dispositivi mobili.

Grazie alle proposte di iZettle sarà possibile dire addio ai contanti: device per i pagamenti con carte di credito e debito, app come registratori di cassa e micro finanziamenti semplici, veloci ed economici per agevolare i business delle piccole e medie imprese.

“Già presenti in undici paesi tra Europa e America Latina, il nostro obiettivo è quello di diventare leader indiscusso del mobile payment anche in Italia” – ha detto Jacob de Geer, co-fondatore e CEO di iZettle – “Nonostante si registri un incremento del 55% (1) nel settore mobile, ancora oggi la maggior parte dei piccoli-medi imprenditori non utilizza dispositivi di pagamento perché troppo costosi e vincolanti. Con iZettle offriamo uno strumento facile ed economico per incrementare il loro business agevolando, al tempo stesso, i piccoli pagamenti dei loro clienti”.

L’azienda presenta due prodotti: iZettle Lite e iZettle Pro Contactless. iZettle Lite è un dispositivo a costo zero, che si connette tramite cavo a smartphone e tablet. iZettle Pro Contactless si collega tramite wireless e bluetooth e gestisce pagamenti anche con carte contactless e con ApplePay, al prezzo di partenza di 59€ Iva esclusa. Entrambi i device accettano carte di credito e bancomat come MasterCard, Visa o American Express, e sono compatibili con i sistemi Android e iOS.

Con i dispositivi di iZettle non ci sono costi d’iscrizione, tasse mensili o annuali né importi minimi per l’utilizzo, ma solo un piccolo fee che varia dall’1% al 2.75% a seconda del numero di transazioni effettuate. Più pagamenti ricevi, meno paghi e i soldi saranno trasferiti direttamente sul conto corrente del venditore entro tre giorni lavorativi.

Oltre ai dispositivi e alle app che trasformano cellulari e tablet in registratori di cassa, iZettle fornisce il servizio Advance: micro-finanziamenti alle piccole e medie imprese, su cui non vengono applicati tassi d’interesse ma solo fee fissi stabiliti su precisi criteri. Il prestito viene restituito senza limiti di tempo attraverso una percentuale sulle vendite.

iZettle si attiva in pochi minuti con passaggi semplici e veloci: l’utente deve scaricare l’applicazione e crearsi un account personale sul sito www.izettle.com/it. Una volta registrato il proprio profilo, il dispositivo sarà consegnato in soli due giorni lavorativi, pronto per collegarsi a smartphone e tablet.

iZettle rappresenta un ottimo strumento per rispondere alle esigenze di business di 4 milioni (2) di micro, piccole e medie imprese italiane, che collocano l’Italia al primo posto per numero dell’Unione Europea.

  1. Osservatorio Mobile Payment (Politecnico di Milano)
  2. Confcommercio

  • TheAlabek

    Sembra una buona idea

  • Okazuma

    E ci sono ancora commercianti disonesti che non hanno il POS perché “costa troppo”

    • è vero, costa troppo, anzi, costa, perchè dovrei dare una percentuale a qualcuno per una cosa che sto vendendo e sulla quale sto già pagando le tasse?

      se vogliono davvero togliere di mezzo il contante, che rendessero le transazioni con carta alla pari dello scambio di contante, ovvero senza perdita.

      Al massimo accetterei che durante la transazione con carta mi venissero già tolte le tasse da versare.

      Ma ovviamente questo non è e probabilmente non sarà possibile mai.

      • eikaf

        Le commissioni delle carte di credito sono deducibili ai fini fiscali.

        edit: e cmq si, è assurdo l’obbligo di averlo, non è assurdo invece pagare per un servizio, che poi il quantum sia eccessivo è un altro paio di maniche.

  • Filo

    Ma oltre al 2 % circa di commissioni di zettle si sommano anche le commissioni di Mastercard, visa ecc..?

    • quiro91

      no, sono incluse

      • Filo

        Ambhè, perchè senò era un furto… ahah

  • Andrea

    Le commissioni sono le stesse di altri servizi, ma il dispositivo costa meno di altri.

  • Claudio Antonetti

    Ma per stampare le ricevute invece? So che sebrano “anacronistiche”, ma tante persone comunque la chiedono