Nintendon’t: azioni Nintendo in calo dopo la presentazione del primo “gioco” mobile

Lorenzo Delli

Giovedì notte (mattina in Giappone) si è tenuta la tanto attesa conferenza per gli investitori Nintendo in cui sono stati svelati i piani per i futuri lanci della società (anche se di Nintendo NX non è stato rivelato niente), compreso il primo gioco per dispositivi mobili intitolato Miitomo.

Sempre che di gioco si possa parlare, visto che Miitomo è più una specie di chat room virtuale in cui gli utenti, utilizzando i loro avatar virtuali Mii, si possono riunire per parlare e “per scoprire lati nascosti dei loro amici“. Potreste accusarci di troppa freddezza nei confronti del primo prodotto Nintendo per dispositivi mobili, ma a quanto pare non siamo stati gli unici a rimanerci un po’ male.

LEGGI ANCHE: Il primo gioco per smartphone di Nintendo è Miitomo, un free-to-play in arrivo nel 2016 (foto)

Le azioni di Nintendo, e anche quelle del publisher DeNA che si prenderà carico di pubblicare i giochi mobili Nintendo sugli store virtuali, hanno subito un forte calo a seguito dell’annuncio di Miitomo, e visto il prodotto un calo del genere è piuttosto capibile. Un altro fattore che ha contribuito a tale calo è senza dubbio il ritardo sulla tabella di marcia inizialmente imposta da Nintendo: il primo gioco per dispositivi mobili doveva infatti arrivare entro la fine del 2015, mentre Miitomo, che alla fine un gioco non è, non arriverà prima di marzo 2016.

Nel frattempo il colosso nipponico ha anche annunciato My Nintendo, Nintendo Account e l’intenzione di lanciare giochi a pagamento per Android e iOS nell’immediato futuro, magari sfruttando IP celebri quali Super Mario, Legend of Zelda o altri, ma sta di fatto che al momento non sono state rivelate informazioni aggiuntive in merito, lasciando investitori e utenti a bocca asciutta. Nell’attesa che Nintendo lanci qualcosa di più tangibile dovremo accontentarci del futuro lancio di Pokémon Go, un progetto su cui anche il colosso nipponico ha investito.