China Foxconn

Gli impiegati che assemblano iPhone e iPad lavorano più di 60 ore a settimana

Giuseppe Tripodi

Secondo un’investigazione sotto copertura di China Labor Watch, nelle fabbriche di Pegatron dove vengono realizzi gli iPhone e gli iPad, il 58% degli operai lavora più di 60 ore a settimana, che sarebbe il limite stabilito da Apple per i suoi fornitori. Inoltre, secondo quanto riferito da CNET, gli straordinari, che in teoria dovrebbero essere volontari, sono praticamente obbligatori.

Il report sostiene che in origine i turni erano di 9 ore ma dallo scorso anno gli impiegati hanno iniziato a lavorare 20 ore a settimana in più, divisi tra due ore in più ogni giorno e altre 10 ore il sabato: questi straordinari sono diventati praticamente una condizione obbligatoria per chi lavora nelle fabbriche, dove “solo” 8 ore lavorative per 5 giorni la settimana non vengono considerate adeguate ai requisiti di assunzione.

Secondo quanto riferito, gli operai riferiscono che questi straordinari sono necessari per sostenere le spese minime, considerando il salario di soli 1,85$ l’ora.

Inoltre, l’indagine di China Labor Watch ha anche svelato che Pegatron falsifica i documenti relativi alla sicurezza, costringendo gli operai a firmare un documento che certifica un corso di sicurezza di 20 ore, nonostante le lezioni fornite coprano solo 8 ore.

Via: 9to5Mac
  • Static

    Schifoso

  • henshin88

    e la Svezia invece riduce le ore per aumentare la produttività.