iPhone 6 Tim Cook presentazione Apple Watch

Apple non può accedere ai dati dei dispositivi protetti da passcode con iOS 8 e superiori

Giuseppe Tripodi

In seguito ad una richiesta del Dipartimento di Giustizia degli USA, Apple ha recentemente comunicato ad un giudice federale che non ha alcun modo di accedere ai dati conservati su alcun dispositivo con protetto da passcode che abbia iOS 8 o superiori.

Con la penultima versione del sistema operativo, infatti, la società di Cupertino ha rafforzato i metodi di criptazione di iOS, rendendo effettivamente impossibile recuperare da remoto i dati dello smartphone.

Oltre il 90% dei dispositivi della mela utilizzano iOS 8 o superiori: Apple ha confermato che può teoricamente accedere alle informazioni contenute sul restante 10%, ma che è qualcosa che non farebbe salvo esplicita richiesta delle autorità.

LEGGI ANCHE: Apple ha chiuso le vulnerabilità utilizzate per il jailbreak di iOS 9

In un recente intervento durante il WSJDL, Tim Cook ha ribadito che non ci sono backdoor su iOS e che Apple non ha intenzione di inserirne per favorire i governi; inoltre, crittografando il sistema operativo ed impedendo anche a sé stessa di accedere ai dati contenuti nei dispositivi, Apple non può in alcun modo trovarsi in una posizione di mezzo tra i governi e la privacy dei cittadini.

Per questo motivo, diverse autorità vorrebbero che la società di Cupertino avesse modo di fornire informazioni su potenziali criminali che utilizzano un iPhone o iPad e proprio domani, venerdì 23 ottobre, ci sarà un’udienza in cui verrà stabilito se Apple dovrà essere in grado di procurare questo genere di dati ai governi che ne fanno richiesta per motivi di sicurezza.

Via: 9to5Mac