siri

Android e iOS possono essere hackerati utilizzando onde radio che ingannano l’assistente vocale

Giuseppe Tripodi

Probabilmente non ve lo aspettavate, ma esiste un modo davvero ingegnoso e insospettabile di hackerare i vostri smartphone: tramite le onde radio.

Un gruppo di ricercatori dell’organizzazione francese di sicurezza ANSSI, infatti, hanno scoperto che è possibile ingannare gli assistenti vocali di Android e iOS inviando onde radio al microfono dei nostri auricolari: queste possono simulare la pressione del tasto per l’attivazione risvegliando Siri o Google Now e, successivamente, simulare dei comandi vocali.

LEGGI ANCHE: Un nuovo malware iOS che non necessita di Jailbreak si sta diffondendo in Cina e Taiwan

Per questo motivo, i limiti di quest’hacking corrispondono a quelli delle azioni vocali supportate: è possibile inviare messaggi, avviare chiamate e così via. Specifichiamo, inoltre, che le onde radio sono silenziose e, per questo motivo, è impossibile accorgersi se ci troviamo a rischio.

Ovviamente si tratta di un hack decisamente complesso da sfruttare, ma se volete saperne di più vi rimandiamo al paper della società, dove troverete tutte le informazioni utili.

Via: TechCrunch