Apple app inutili

Ecco come Apple potrebbe migliorare la gestione delle app su iOS

Giuseppe Tripodi

Tutti i possessori di dispositivi iOS hanno una cartella che non aprono letteralmente mai, nella quale sono contenute tutte le app Apple inutilizzate che non fanno altro che occupare spazio sul dispositivo.

Se vi state domandando se potremo mai disinstallarle, Tim Cook è stato vago a proposito, spiegando che da alcune di esse dipendono altre parti di iOS, mentre altre sarebbero effettivamente sacrificabili.

LEGGI ANCHE: Apple vi lascerà rimuovere le app preinstallate. Prima o poi. Forse.

La suddetta cartella che caratterizza ogni dispositivo iOS, in ogni caso, occupa spazio nella home screen e, come questa, anche qualsiasi altro software installato da App Store.

Se ad un primo momento sembra la soluzione più logica che ogni app abbia il relativo collegamento in Home, in realtà il discorso non è così scontato. A tal proposito, con questo articolo su Techpinions, Jon Dawson suggerisce un’interessante alternativa, che prevede che alcune app siano presenti su altri “livelli”.

Un esempio concreto possono essere gli ad-blocker o le tastiere, il cui shortcut spesso è praticamente inutile: non avrebbe più senso se software di questo tipo esistessero solo come una voce nelle Impostazioni (di sistema o di altre app)?

In questo modo ci libereremmo, almeno visivamente, di molte app inutili, la Home risulterebbe più ordinata e ci troveremmo davanti ad un nuovo paradigma di gestione delle del software. Se volete saperne di più di questa interessante ipotesi, vi rimandiamo all’articolo originale di Jon Dawson.

Via: BGR
  • Il fatto è che dopo anni e anni con la stessa interfaccia bloccata iniziano (finalmente) a farsi delle domande… Chissà però quanto tempo ci vorrà prima che aggiornino (finalmente) il tutto.