TIM promette il 4G al 95% degli italiani entro il 2017

Giuseppe Tripodi

Da circa una settimana, Telecom Italia ha avviato una grande campagna pubblicitaria nella quale annuncia i suoi piani per la diffusione del 4G sul territorio italiano.

L’operatore promette che entro la fine del 2017 il 95% dei clienti TIM potranno connettersi a reti 4G che, come ben saprete, sono notevolmente più veloci del 3G.

C’è però da fare alcune precisazioni sulle promesse di TIM: la percentuale promessa, infatti, non si riferisce al territorio effettivamente coperto da LTE, ma si basa sulle aree in cui effettivamente gli utenti risiedono. Vale a dire che ci sarà un’ampliamento del segnale nelle città, ma quando andrete in vacanza nello sperduto paesino di montagna non avrete comunque il 4G.

LEGGI ANCHE: 4G in Italia: ecco le regioni e gli operatori più veloci

Attualmente l’85% della popolazione è raggiunta dall’LTE di TIM e, per guadagnare gli ulteriori 10 punti percentuali, l’operatore investirà circa 10 miliardi di euro per aggiornare le proprie infrastrutture. I ripetitori da cui proviene il segnale TIM in Italia sono circa 18 mila, ma di questi non tutti sono pronti a trasmettere in LTE: per ogni ripetitore da rimodernare sono necessari circa 20-25 mila euro, mentre una nuova installazione arriva a 80 mila euro.

Specifichiamo, infine, che TIM aveva già un’elevatissima percentuale di copertura LTE, seconda in Italia solo a Vodafone che, grazie a precedenti investimenti, aveva raggiunto il 90% della popolazione. Risultati più modesti per Tre e Wind, rispettivamente al 54% e 47%.

Via: Il Post