Whatsapp

Come controllare se si è spiati su Whatsapp

Emanuele Cisotti

Se siete esperti di tecnologia o, più semplicemente, sapete già tutto su Whatsapp Web questo articolo ha il solo scopo di tranquillizzarvi: nessuno vi può spiare su Whatsapp. Per ora.

Per tutti gli altri che sono qui perché hanno il sospetto di essere spiati su Whatsapp, questa è una guida atta a verificare se qualcuno ci sta controllando l’account di messaggistica Whatsapp, visto che il procedimento per farlo è relativamente semplice e necessita solo una manciata di secondi.

Premessa

Il sistema che alcuni siti ben poco onesti (nascondendosi dietro un ridicolo disclaimer) spacciano per il modo per spiare su WhatsApp, è semplicemente un modo ben poco onesto di utilizzare un servizio legittimo: Whatsapp Web. Questo servizio vi permette di utilizzare WhatsApp sul PC e necessita comunque della connessione dati sul vostro smartphone. Trovate il servizio all’indirizzo web.whatsapp.com e potete attivarlo ovunque e senza vincoli.

Come potrebbero spiarvi

Accedere a WhatsApp Web è molto semplice e richiede effettivamente meno di 10 secondi di tempo. Chiunque avesse avuto il vostro telefono sbloccato in mano avrebbe potuto attivare Whatsapp Web con il vostro account sul proprio computer. Non c’è bisogno di tenere la finestra sempre aperta e riaprendola in seguito si continuerà a leggere tutte le discussioni in tempo reale.

Come verificare e impedire che qualcuno ci spii

Dalla vostra applicazione WhatsApp su smartphone andate nelle impostazioni e poi su WhatsApp Web. Qui troverete la lista dei Computer connessi, ovvero tutti i dispositivi che hanno accesso alle vostre conversazioni in tempo reale. Viene indicato il browser (ovvero l’icona), il sistema operativo utilizzato e l’ultima volta che quel PC ha aperto il vostro account di WhatsApp Web. Potete quindi rapidamente verificare se qualcuno sta leggendo le vostre discussioni.

Premendo sul nome del PC verrà mostrata la posizione precisa dell’ultimo utilizzo, mentre premendo su Disconnetti da tutti i computer nessuno potrà più leggere i vostri messaggi da PC. Neanche voi. Almeno fino al prossimo accesso. Non è possibile al momento disabilitare del tutto WhatsApp Web (se non vi interessa) per evitare che questo possa ripetersi.

  • Il pulsante logout, questo sconosciuto… 🙂

    • mirkonline

      Non hai capito molto da questo articolo…o non l’hai letto bene…

      • ho capito però che da whatsapp web basta fare disconnetti, non c’è bisogno di andare nell’app e disconnettersi da lì, a meno che uno ovviamente non se ne dimentichi o non voglia lasciarlo aperto intenzionalmente per vedere se qualcuno ci accede.

        • Maurizio Bonelli

          e quindi non hai capito l’articolo. Questo é per evitare che qualcuno approfitti del programma web e spii la tua chat, senza che tu te ne accorga

          • vabbè non voglio fare polemica inutile, ma mi sembra che stiamo dicendo la stessa cosa, solo che quello che dico io è che se lo scopo è semplicemente evitare che qualcuno approfitti del programma web e spii la tua chat è sufficiente cliccare sul menu “Disconnetti” dal programma web stesso. Non c’è bisogno di utilizzare l’app. A meno che, appunto, tu non voglia lasciare volutamente la chat web loggata per poter vedere, dalla data di ultimo accesso sull’app su telefono, se qualcuno ha aperto la chat web o no.

          • nastys

            Magari qualcuno apre una sessione mentre lasci distrattamente il telefono sbloccato…

          • mirkonline

            E no, vedi che non hai capito.
            Anche se tu fai disconnetti da Whatsapp Web, basta che chi ha accesso al tuo telefono lo utilizzi per “ricrearsi” l’accesso al web. Basta fare la scansione del codice a barre tramite il cell ed il gioco è fatto.

          • ah beh questo è vero, sarà che ho un pattern di unlock sufficientemente incasinato da esser sicuro che nessuno mi sblocchi il telefono. 🙂

  • Alessandro Micheli

    A me più di una volta è capitato che mi uscisse il messaggio che whatsapp web era aperto in un’altra finestra,ma ovviamente sul mio pc era aperta una sola scheda..il dubbio ce l’ho,ma difficilmente lascio il cel incustodito

  • Mattia Ranieri

    Mi chiamo Matteo Ranieri e sono un uomo di 34 anni che da tempo nutriva dei dubbi sul comportamento della mia compagna. Nel disperato tentativo di riuscire a spiare le conversazioni whatsapp, ho cercato su internet qualcuno che potesse aiutarmi e ho trovato il contatto di questi hacker il cui indirizzo email è rossi_mario63@yahoo.it
    Posso testimoniare che dopo aver avuto un contatto con loro, il mio problema è stato risolto, ci tengo a fare questo buon passaparola per ringraziarli del loro aiuto e affinché altri si rivolgano a loro in quanto persone giuste!
    Ammetto che il tutto è costato un po’ di soldi, ma i risultati ci sono stati.