tribunale

Il TAR del Lazio conferma la multa da 1,75 milioni a 3 Italia

Giuseppe Tripodi -

Forse ricorderete che a gennaio di quest’anno, a causa dell’attivazione di servizi a pagamento non richiesti, l’antitrust aveva disposto importanti sanzioni ai quattro principali operatori italiani: ben 1,75 milioni di euro a Telecom e 3 Italia, e 800 mila euro per Vodafone e Wind.

In seguito alla multa, H3G aveva fatto ricorso ma il TAR del Lazio ha respinto la richiesta, confermando la multa di 1,75 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Agcom si schiera contro la riduzione del mese a 28 giorni

Per i giudici, infatti

è stata accertata una condotta omissiva della ricorrente nella fase contrattuale, laddove agli utenti è stato sistematicamente sottaciuto, da un lato, che la conclusione del contratto comportava l’abilitazione automatica della Sim dell’utente ad accedere alla ricezione dei servizi in sovrapprezzo (servizi premium) durante la navigazione, e, dall’altro, che la tariffazione di tali servizi sarebbe avvenuta in modo automatico con addebito diretto sul credito telefonico […]. 

[La condotta è stata] aggravata, sia dalla preclusione della possibilità dell’utente di richiedere la disabilitazione della ricezione di tali servizi premium, sia, e prima ancora, dalla omessa informazione dei consumatori

 

Via: Mondo3
  • Emanuela

    Scusate l’ignoranza. Ma ste multe a chi le pagano gli operatori? E i soldi da dove li prenderanno?

    • Pol Pastrello

      Emanuela capisco il tuo discorso, ma quale sarebbe l’alternativa? Lasciare liberi gli operatori di derubare i clienti impunemente?

      • vicioman

        No, ma imporre il rimborso a tutti i clienti in modo automatico e la possibilità di farne richiesta con un semplice clic nella propria area clienti. Questo si.

        • Pol Pastrello

          Col rimborso automatico chi ci assicura che un operatore che ha tentato di derubare i propri clienti sia corretto nell’applicare questo automatismo?
          L’alternativa manuale sarebbe pur sempre parzialmente efficace; tutti i clienti che non se ne sono accorti o tutti coloro che hanno poca dimestichezza, come gli anziani, sarebbero esclusi dai rimborsi.

          • vicioman

            E vabbe ho capito allora non ci sarebbe soluzione così… Una volta verificato sul proprio area clienti il servizio premium non richiesto, si contesta e si viene subito rimborsati. Poi se non tieni sotto controllo la tua spesa telefonica o sei anziano… Beh… Non te ne accorgeresti a priori! Ovviamente questo deve essere preceduto dalla possibilità di bloccare questi servizi premium a monte, prima che ci caschi dentro
            Se poi vogliamo vedere solo il male delle cose non si vive più

      • Emanuela

        Sono d’accordo, ma bisognerebbe anche fare una politica che impedisca rialzi a ridosso di queste multe. Altrimenti è inutile.