8.0

FINAL FANTASY VII: nostalgia canaglia…ma solo su iOS (recensione)

Lorenzo Delli FINAL FANTASY VII, come annunciato in occasione della conferenza Sony all'E3 di quest'anno, fa il suo debutto alla fine di questa estate su dispositivi mobili. Ecco la nostra recensione.

Ha venduto oltre 11 milioni di copie in tutto il mondo, grazie anche al lancio nel corso degli anni su più piattaforme (PlayStation, PC/Steam, console portatili Sony), ed è uno dei videogiochi più venduti di sempre in Giappone, tanto da essere stato definito come “il gioco che ha venduto la PlayStation“. Stiamo parlando di FINAL FANTASY VII, uno dei capitoli più famosi della saga FINAL FANTASY di Square Enix che proprio negli ultimi giorni ha fatto il suo debutto anche su dispositivi mobili.

In occasione della conferenza Sony che si è tenuta all’E3 è stato inoltre annunciato, a fianco della versione mobile prevista proprio per questa estate, un remake di FINAL FANTASY VII per PlayStation 4 che tenterà di rinnovare quello che è considerato da molti come un capolavoro con una nuova grafica e ad un sistema di combattimento diverso da quello originale.

LEGGI ANCHE: CHAOS RINGS III: Square Enix rivoluziona il concetto di gioco mobile (recensione)

Non abbiamo comunque perso l’occasione di provare con mano il porting per dispositivi mobili di FINAL FANTASY VII. Considerata poi l’ottima qualità dei vari porting degli altri capitoli di FINAL FANTASY e di quelli della serie DRAGON QUEST, eravamo particolarmente curiosi di scoprire il lavoro svolto dal colosso nipponico dietro questo importante membro della saga.

E Android?

Prima rispondiamo ad una domanda, piuttosto lecita, che i nostri lettori fedeli al robottino verde si staranno ponendo. Per quanto riguarda la versione Android? Abbiamo raggiunto Square Enix per porre la stessa domanda, ma purtroppo al momento non si hanno informazioni ufficiali a riguardo. Anche sul blog ufficiale Square Enix tra i commenti all’articolo relativo al lancio di FF VII, l’autore stesso dell’articolo afferma che al momento “Nothing to announce on that I’m afraid“.

Nonostante si faccia riferimento solo ed esclusivamente alla versione iOS del gioco, è difficile che la software house nipponica non ne rilasci una versione dedicata al robottino verde visti anche i discreti dati di vendita dei capitoli precedenti (FF VI ad esempio ha venduto più di 100.000 copie solo su Android). Vi terremo ovviamente aggiornati sulle pagine dei nostri portali in merito ad eventuali novità.

Square Enix gioca con i nostri sentimenti

Se negli anni passati, magari proprio sulla prima, gloriosa, PlayStation, avete giocato a FINAL FANTASY VII è davvero dura resistere alla tentazione di investire i 15,99€ richiesti per l’acquisto su iOS per rivivere le medesime emozioni che magari avete sperimentato quando eravate giovanissimi. Il fatto però che il porting per dispositivi mobili ricavato dalla versione per PC costi di più della stessa versione per PC, acquistabile a 11,99€, potrebbe far storcere la bocca a più di utente. Inoltre bisogna sin da subito evidenziare le differenze che vi sono tra questa versione, quella originale e quella disponibile su Steam.

La versione che potete acquistare su Steam si differenzia da quella originale per una serie di fattori, quali ad esempio i personaggi e gli elementi con cui interagire nelle varie ambientazioni senza (o quasi) aliasing, caratteristica che stonava leggermente proprio con le ambientazioni sgranate quasi quanto la versione per PlayStation.

La versione dedicata ad iOS è invece una sorta di strano mix tra la versione Steam e quella originale. I personaggi risultano scalettati (non quanto la versione di quasi 20 anni fa comunque), così come le ambientazioni e i vari filmati posti nei punti cruciali della storia. L’effetto finale è pittoresco: da una parte prevale l’effetto nostalgia, vista la mescolanza tra “nuova” e vecchia grafica, dall’altra invece è quasi impossibile non pensare, visto l’hardware dei dispositivi attuali e vista la veste grafica di giochi quali anche CHAOS RINGS III della stessa Square Enix, che potesse essere fatto un lavoro migliore come ad esempio quello svolto su FINAL FANTASY VI. Su iPhone inoltre il gioco non è a schermo intero: vi sono infatti due bande blu laterali che nella versione per iPad, che può vantare una visuale in 4:3, non ci sono. Non sperate poi di giocarlo in italiano!

Anche la scelta della suite di controlli potrebbe essere definita pittoresca se non bizzarra. Avete mai provato un emulatore qualsiasi su Android o su iOS? Avete presente i controlli tipici dei gamepad delle console emulate visualizzati a schermo? L’effetto è il medesimo: troveremo ad accoglierci tutti i pulsanti che troveremo su un pad della vecchia PlayStation in semi-trasparenza (regolabile dalle impostazioni). Per controllare i movimenti di Cloud potremo scegliere se sfruttare un pad virtuale, con cui ci siamo trovati piuttosto bene, o se sfruttare la classica croce direzionale. Anche in questo caso Square Enix poteva forse aver fatto di più, ma dopo qualche minuto di gioco vi farete assorbire dalla storia e dal gameplay dimenticandovi della loro presenza. Se inoltre avete a disposizione un controller MFi potete oscurare completamente i pulsanti virtuali dalle impostazioni e sfruttare il gamepad.

Solo difetti quindi?

La risposta è no, ma prima di articolarla vorremmo anche porre l’evidenza su un paio di interessanti aggiunte presenti nel gioco. Intanto, come è possibile anche osservare nell’immagine di apertura, è possibile salvare su cloud i propri progressi. Probabilmente FF VII non è ancora stato lanciato su Android perché la battuta “iCloud” non sarebbe apprezzata allo stesso modo (sarcasmo NdR).

Inoltre, per chi si volesse godere la coinvolgente storia di FINAL FANTASY VII senza troppi intoppi e con una certa velocità, è possibile non solo disattivare gli incontri casuali con un apposito pulsante presente tra i controlli fissi su schermo, ma dalle impostazioni è anche possibile attivare dei veri e propri cheat che vanno a massimizzare tutte le nostre statistiche (livello, hp, mp e gil impostati al massimo).

Sta di fatto che a prescindere da pregi e difetti, questo porting di FF VII risulta più che godibile anche per chi si avvicina per la prima volta ad uno dei capitoli più celebri della saga. Una volta entrati nel vivo dell’avventura ci si dimenticherà presto dei problemi precedentemente elencati, e nonostante la grafica, a confronto con i titoli odierni, sia incredibilmente datata, non si potrà fare a meno di notare gli sforzi compiuti nel ’97 per creare un gioco di ruolo sorprendente sotto molti punti di vista.

8.0

Giudizio finale

Come spesso scriviamo quando si tratta di recensire porting, è davvero difficile produrre un giudizio anche numerico specialmente se si tratta di veri e propri mostri sacri come appunto FF VII. La versione da noi testata su iPad mini Retina di terza generazione non ha mai perso un colpo: il gioco è sempre risultato fluido e godibile e non abbiamo mai riscontrato crash o bug di alcun genere. Anche i giudizi espressi finora dagli utenti paganti sono (quasi) sempre positivi, e i pochi che non hanno dato il massimo si lamentano della veste grafica e della presenza delle bande verticali nella versione dedicata ad iPhone.

Il voto numerico da noi espresso tiene quindi conto della qualità del porting, della sua stabilità e usabilità, delle poche (ma buone) novità introdotte da Square Enix e della qualità intrinseca del titolo che, a detta non solo del nostro giudizio, è a dir poco ottima sotto tantissimi punti di vista. Peccato per il prezzo leggermente salato e per alcuni difetti che, a nostro avviso, potevano facilmente essere evitati. Cloud, Barrett, Tifa, Aerith, Sephirot e i tantissimi carismatici personaggi di FF VII vi aspettano nuovamente, sempre che abbiate un dispositivo iOS a disposizione, si intende!

PRO CONTRO
  • È Final Fantasy VII
  • Effetto nostalgia garantito
  • Si possono attivare i cheat e disattivare gli incontri
  • Si possono salvare i progressi su iCloud
  • Compatibile con i controller (MFi)
  • Costa più della versione Steam
  • La veste grafica poteva essere migliorata
  • Si possono attivare i cheat e disattivare gli incontri
  • Su iPhone il gioco non è a schermo intero
  • Solo in inglese
  • Non ancora disponibile per Android

App Store badge

Steam-Badge