Qualcomm_Insegna

Qualcomm svela l’architettura Hexagon 680 DSP di Snapdragon 820

Giuseppe Tripodi

Quando parliamo di SoC per smartphone, difficile non pensare subito a Qualcomm: il suo Snapdragon 820 monterà una Adreno 530 come GPU, mentre oggi l’azienda statunitense svela l’architettura Hexagon 680, utilizzata per il DSP (processore di segnale digitale) di questo SoC.

I processori Snapdragon utilizzano i DSP per alleggerire il carico della CPU ed eseguire i task più leggeri e ricorrenti.

L’Hexagon 680 svolge due funzioni principali: la prima, chiamata “low power island”, migliora l’autonomia per i processi always-on, come il tracciamento di passi, attività e posizionamento.

LEGGI ANCHE: I nostri lettori hanno CPU Qualcomm, ma guardano a quelle Samsung, Intel e NVIDIA

La seconda funzionalità, invece, è orientata all’ambito multimediale e, in combinazione con l’ISP Spectra, può migliorare sensibilmente i nostri scatti. Ad esempio, in condizioni di scarsa luminosità, ISP e DPS agiranno insieme per illuminare le zone più scure dell’immagine: con Snapdragon 820 questo processo sarà molto più veloce rispetto al passato e impiegherà solo il 10% della potenza di calcolo necessaria in passato.

hexagon-680-feature
Confronto di foto in condizioni di scarsa luminosità: a destra, lo scatto elaborato con Hexagon 680.

Qualcomm sta spingendo molto su questo SoC e siamo sempre più curiosi di scoprire cosa avrà da offrirci, magari proprio su Galaxy S7.

 

Fonte: Qualcomm
  • Più che altro, non PUO’ fallire anche questo, se no CIAONE…

    • Andrea__93
    • peterpulp

      Ciaone