8.5

Dungeon-of-the-Endless-iPad-1

Dungeon of the Endless: un sapiente mix di generi, ma che difficoltà! (recensione)

Lorenzo Delli -

Viene definito dagli autori Rogue-Like Dungeon-Defense game ed effettivamente sarebbe stato difficile descriverlo sfruttando meno termini di così. Questo perché la struttura di gioco di Dungeon of the Endless si ispira a tantissimi generi nel tentativo di offrire una ventata di originalità, sia in mobilità, sia su PC, ventata che, a nostro avviso, riesce effettivamente a fornire.

È infatti difficile non descrivere Dungeon of the Endless come un gioco originale. Gli eventi che fanno da cornice al titolo forse non lo saranno, ma lo stile grafico, le meccaniche e l’atmosfera che si respira nei vari mini-dungeon sono davvero uniche.

Cos’è Dungeon of the Endless: la software house Amplitude Studios è riuscita con successo a mixare elementi tipici dei tower defense, dei defense game, dei giochi di ruolo (a turni e non!), degli strategici e persino dei rogue-like in un unico titolo. Come? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Curva di apprendimento ripida…

La nostra astronave, casualmente abitata da un nugolo di eroi, si sta rapidamente schiantando su un pianeta ostile. Nella nostra capsula di salvataggio (almeno in quella iniziale) possiamo ospitare solo due eroi a scelta tra uno strano manipolo che comprende specialisti in armi corpo a corpo, canaglie armate di rapide armi da fuoco, mercenari e persino gentaglia afflitta da psicosi compreso uno che crede di essere un ragno.

Scelti due eroi, ci troveremo a dover esplorare i vari piani dell’astronave distrutta con l’obiettivo primario di portare in salvo il Cristallo, la fonte di energia e di sostentamento che ci permetterà di fare praticamente tutto. Il tutorial che affronterete all’inizio vi lascerà probabilmente disorientati, ma, come suggerisce lo stesso, dopo essere morti un po’ di volte (con conseguente reset dei progressi) riuscirete a capire più a fondo le meccaniche di gioco su cui cercheremo ora di fare luce.

In sostanza controllando i membri dell’equipaggio con semplici tap mirati esploreremo una stanza alla volta, facendo così scorrere i turni di gioco, e ad ogni apertura potranno verificarsi diversi eventi. Potrete trovare mostri ostili, potrete scatenare delle ondate di nemici dalle stanze già scoperte il cui obiettivo primario sarà quello di distruggere il Cristallo, potrete trovare altri membri (potete aggiungerne altri due al party), mercanti, strani congegni da sbloccare (a vostro rischio e pericolo) e, sopratutto, supporti per la costruzione di congegni. Sì, perché uno dei punti focali di Dungeon of the Endless è la costruzione di centri di raccolta risorse, ovvero Industry, Food e Research, e la costruzione nei vari snodi di apposite difese.

Ed è qui che entrano in gioco le componenti strategiche e quelle tipiche dei tower defense, perché la difesa del cristallo e dei moduli per la raccolta risorse è cruciale, e dovrete quindi posizionare sapientemente le difese per aiutare i vostri eroi a respingere le varie ondate. Ma non finisce qui! Ogni piano dell’astronave ha un punto di uscita che dovrete raggiungere trasportando proprio il cristallo, ma attenzione a sollevarlo dal suo alloggiamento prima del tempo: scatenerete l’ondata finale di mostri a cui dovrete cercare di sopravvivere nel tentativo di raggiungere il piano successivo!

…ma divertimento assicurato!

In realtà le dinamiche di gioco che abbiamo descritto finora non rendono giustizia al titolo: dovrete anche gestire una quarta risorsa, l’energia, e distribuirla solo a determinate stanze. Non potrete quindi riempire l’intero dungeon di difese, ma dovrete gestire oculatamente la scelta delle stanze da rifornire di elettricità (preferibilmente sul percorso che porterà all’uscita dal piano). Dovrete poi scovare gli artefatti adibiti alla ricerca di nuove tecnologie, fare acquisti ed equipaggiare gli eroi con nuovi e devastanti armamenti e/o gadget e garantirne la sopravvivenza durante i combattimenti curandoli o sfruttando le loro abilità uniche.

La struttura di gioco permette inoltre di rigiocarci più volte, provando tutti gli eroi ed esplorando livelli sempre nuovi, visto che sono generati casualmente ad ogni inizio di partita. Ogni sessione di gioco prevede l’esplorazione di 15 livelli, ovviamente a difficoltà crescente. Il tutto è immerso in una grafica in stile pixel-art incredibilmente ricca di dettagli, che contribuisce alla creazione di un’atmosfera di gioco unica, e in una colonna sonora altrettanto curata. Ed è innegabile che i ragazzi di Amplitude Studios siano riusciti a creare un mix vincente che, nonostante una curva di apprendimento ripida ed un livello di difficoltà piuttosto elevato, riesce ad appassionare e ad incollare per ore l’utente allo schermo. Divertimento assicurato quindi! Dungeon of the Endless non è comunque esente da difetti, scopriamoli insieme nel prossimo paragrafo.

8.5

Giudizio finale

Dungeon of the Endless è disponibile al momento solo su iOS, ed è possibile giocarci solo se avete a disposizione un iPad: questo perché l’interfaccia di gioco è davvero ricca di elementi, e già su iPad mini si hanno delle difficoltà talvolta a leggere i testi relativi alle descrizioni di oggetti, edifici e abilità. Un tutorial forse più lento e dettagliato avrebbe inoltre aiutato l’utente a destreggiarsi maggiormente tra gli elementi di gioco, anche se forse era proprio intenzione degli sviluppatori quella di offrire un impatto particolarmente difficile all’utente giocante. Inoltre, una volta avviata una partita, potrete salvare i vostri progressi ma avrete a disposizione un unico slot. Ciò significa che non potrete avviare altre partite senza sovrascrivere quella corrente.

Il prezzo d’altro canto è invece ben bilanciato con l’offerta videoludica proposta: 4,99€ senza acquisti in-app, meno della metà del prezzo previsto su Steam per la controparte dedicata a PC e Mac. Siete dei casual gamer? Lasciate perdere Dungeon of the Endless. Vi piacciono le sfide, e non disdegnate mix di generi (ben congegnati)? Allora potrebbero essere i 4,99€ meglio spesi delle ultime settimane!

PRO CONTRO
  • Un mix vincente di generi
  • Altissima rigiocabilità
  • Atmosfere coinvolgenti
  • Niente acquisti in-app
  • Tanti personaggi da sbloccare e segreti da scoprire
  • Oh god ma cos’è quell…siete morti
  • L’interfaccia poteva essere leggermente migliorata
  • Manca la modalità multiplayer della controparte PC
  • Unico slot di salvataggio

App Store badge

Steam-Badge