Windows 10 Project Astoria

Un documento trapelato ci svela alcuni dettagli su Project Astoria

Giuseppe Tripodi

Mentre stamattina è stata pubblicata la prima preview di Project Islandwood, ossia il tool per eseguire il porting delle app iOS per Windows, un documento trapelato ci svela qualcosa di nuovo su Project Astoria, la controparte per Android.

Il Windows Bridge per Android (questo il nome finale) sarà disponibile in autunno e promette di rendere il porting delle app davvero semplice: come si era già detto, se l’app non utilizza alcun servizio di Google Play Services, il porting potrà avvenire senza alcuna modifica.

LEGGI ANCHE: Microsoft fa sul serio con Project Astoria: i binari Android rimarranno immutati nel passaggio a Windows

Per quanto riguarda il resto, di seguito qualche specifica relativa a questo tool attesissimo dagli sviluppatori

  • L’SDK si Project Astoria sarà disponibile per Mac e Windows
  • È necessario che sia installato Java JDK (1.7 o superiori) e che sia impostata la JAVA_HOME
  • Funziona con IntelliJ o Android Studio (un altro estremo saluto a Eclipse)
  • È possibile effettuare il deploy sul dispositivo utilizzando l’adb (Android Debug Bridge)

Gli sviluppatori avranno già iniziato a pregustare la comodità di questo strumento, mentre per i normali lettori comunichiamo che le prestazioni non dovrebbero tradire le aspettative.

Da segnalare, infine, che ci sarà anche incluso WebKit, il che vuol dire che per la prima volta su smartphone Windows sarà possibile utilizzare un motore di rendering diverso.

Per tutti gli altri dettagli tecnici potete scaricare il documento trapelato, che trovate al link di seguito.

Via: WMPU