salt-water-lamp-2

Una lampada alimentata ad acqua salata per ricaricare gli smartphone (e non solo!)

Giuseppe Tripodi

Quante cose si possono fare con un bicchiere d’acqua e qualche cucchiaio di sale? Moltissime, come ad esempio ricaricare uno smartphone o addirittura illuminare una casa.

Questo, almeno, è quel che ci dimostrano due Raphael e Asia Mijeno, due fratelli filippini che hanno vinto la competizione nazionale IdeaSpace grazie alla loro lampada alimentata ad acqua salata.

I due hanno dichiarato di aver trovato l’ispirazione pensando ad alcune zone del loro paese, dove la popolazione non ha ancora accesso all’elettricità e per illuminare la casa utilizza lampade al cherosene.  C’è addirittura chi cammina persino per 12 ore per acquistare una bottiglia di questo combustibile, che è sufficiente per due giorni di illuminazione.

salt-water-lamp

I fratelli Mijeno hanno quindi realizzato questa particolare lampada, che con soli due cucchiai di sale e un bicchiere d’acqua riesce a fornire fino a otto ore di illuminazione. Il dispositivo è anche dotato di una porta USB con la quale ricaricare lo smartphone (poco importa che le quantità di acqua e sale per la ricarica siano maggiori!).

Raphael e Asia adesso hanno avviato la propria azienda, chiamata Sustainable Alternative Lightning, e dovrebbero essere in grado di produrre dei prototipi funzionali entro la fine dell’anno.

Via: BGR
  • Andrea Marras

    Bellissima cosa, finalmente qualcosa di veramente utile… Fateci sapere

  • _Tua madre è leggenda_

    l’acqua salata amplifica la potenza della corrente per avere più spunto, usano questo meccanismo anche i giostrai!

  • [OT] Qualcuno è così gentile da spiegarmi come si cambia l’indirizzo email di DISQUS..?

    • Alba ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

      clicca su diquis->il tuo profili->in alto a destra l’ingranaggio Settings->account e trovi nome utente e email da cambiare->save

      • Uhm, quindi avevo fatto giusto…pensavo o più che altro speravo fosse un’altra la procedura…il fatto è che, in realtà, la mail che vorrei utilizzare, risulta essere già in uso, il problema è che non ricordo i dati di accesso relativi ad essa…c’è soluzione?

        • Alba ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

          prova a richiedere i dati con password persa e sulla casella ti arriverà o la psw o un link per reimpostarla.
          Se quell’account non ti interessa cambia l’emal e dopo averla liberata mettila su questo qui

  • Davide Arcuri

    così posso avere tempo di farmi una spaghettata mentre carico il telefono

  • Colera

    Una delle cose più REALMENTE smart che abbia visto da un bel po’ di tempo a questa parte…..
    Evviva il Low-Tech 😀

  • Vorrei comprarlo, ad un prezzo magari adeguato.