People-Texting-Anxiety

Chattare mentre camminate vi farà sembrare ubriachi

Giuseppe Tripodi -

Anche senza nessun approfondimento specifico, tutti siamo in grado di riconoscere che inviare messaggi mentre camminiamo non è una buona idea e, ovviamente, rallenta il nostro percorso e diminuisce l’attenzione.

Tuttavia, uno studio specifico condotto dalla Bath and Texas A&M University non fa che confermare quanto ci aspettiamo. Hanno partecipato al test trenta persone tra i 18 e i 50 anni, ai quali è stato chiesto di percorrere un tracciato casuale in cui erano posizionati degli ostacoli: la prova consisteva nel completare il percorso tre volte, la prima volta camminando normalmente, la seconda inviando un messaggio e la terza mentre si risolvevano semplici quesiti matematici.

Il tutto è stato studiato tramite un sistema di analisi dei movimenti e, senza troppe sorprese, ha rivelato che utilizzare lo smartphone rallenta notevolmente i movimenti.

LEGGI ANCHE: Creato il verme che non si può ubriacare

Sebbene la maggior parte dei partecipanti sia comunque stata in grado di completare il percorso, infatti, nel secondo e terzo caso (ossia utilizzando lo smartphone e completando i test matematici) gli spostamenti erano molto più lenti, specialmente in presenza di oggetti da evitare, scale e quant’altro. Inoltre, è stato osservato che risulta anche molto più difficile camminare in linea retta. Insomma… un po’ come essere ubriachi!

Via: Android HeadlinesFonte: Bath and Texas A&M University
  • Filippo Dardi

    Campione poco significativo ma test interessante 🙂

  • trucido

    Senza considerare che spesso vedo che chi cammina e scrive al cellulare quasi sempre pesta la m…..a per strada

  • Il Galvanico

    Che cazzata. Se avessero fatto la stessa cosa in un ambiente chiuso dove fosse stato possibile oscurare completamente la vista per qualche secondo ogni tot di tempo (possibilmente ad intervalli ravvicinati) avrebbero avuto lo stesso risultato. Questo perchè porre attenzione a qualsiasi altra cosa che non sia il percorso fa si che non ci si possa focalizzare sugli ostacoli e quindi, ovviamente, si viene rallentati. Quindi, che sia uno smartphone, un tablet, la settimana enigmistica o un trattato di fisica nucleare, il risultato sarebbe il medesimo. Cosa volevano dimostrare? Che non abbiamo un altro paio di occhi sulla fronte? Lo proporrò ai prossimi premi igNobel…

  • TheAlabek

    Se ho fretta non scrivo con lo smartphone, ricevuto

  • Herr Zeppa

    Oltre a sembrare dei rincoglioniti, più che ubriachi, è una cosa pericolosissima : non ci vuole niente a mettere un piede in una buca o sbattere addosso a qualcuno

  • L0RE15

    wow che esperimentone….