Microsoft-final-logo-3-1280x679

Microsoft vince una causa contro Google, che dovrà abbassare i costi delle licenze

Giuseppe Tripodi

Microsoft l’ha spuntata su Google, vincendo in corte d’appello una sentenza relativa ai costi delle licenze possedute da BigG.

Nello specifico, con l’acquisizione di Motorola, Google era entrata in possesso anche di importanti brevetti relativi al WiFi e al download di video. Tuttavia, secondo la società di Redmond, il pagamento richiesto per l’utilizzo di queste tecnologie era troppo esoso: la corte ha concordato, confermando la prima condanna a Google, che subirà una multa da 14,5 milioni di dollari.

Secondo l’avvocato Charles Duan, che aveva sostenuto Microsoft:

Questa è una vittoria per i consumatori, i rivali e l’innovazione. Permetterà di mantenere ragionevoli i prezzi per i vecchi prodotti e faciliterà l’arrivo di nuove tecnologie sul mercato.

 

Via: Windows Central