Microsoft Continuum smartphone

Continuum funziona su Miracast, ma ha bisogno di hardware al top

Giuseppe Tripodi

Adesso che Windows 10 per PC è stato rilasciato, il team di Microsoft inizierà a concentrarsi di più sulla controparte mobile e le sue funzionalità. Per esempio, di recente Joe Belfiore ha cercato di far chiarezza su Continuum, certamente una delle funzioni più innovative introdotte dalla società di Redmond.

Come già sapevamo, Continuum utilizza il protocollo Miracast, ma Belfiore ha specificato che per utilizzarlo servono smartphone con hardware al top.

LEGGI ANCHE: Windows 10, la nostra prova

Inoltre, il dirigente Microsoft ha precisato che non c’è bisogno di alcun dispositivo specifico per collegare il proprio smartphone Windows 10 ad un secondo schermo: il collegamento può essere wireless (tramite Bluetooth o Miracast) o cablato (nel caso in cui avessimo una dock).

A proposito di dock, probabilmente Belfiore si riferiva proprio a Codename Munchkin, la postazione da 99$ di cui vi abbiamo già parlato che permetterà di collegare lo smartphone a tastiera, mouse e schermo per utilizzarlo come un vero e proprio PC.

Munchkin

In ogni caso, ricordiamo che Continuum è davvero una grande novità nel panorama degli smartphone e probabilmente passerà ancora un po’ prima di avere un vero e proprio PC che possiamo portare in tasca.

E chissà che il misterioso smartphone con SoC Intel di cui si vocifera non possa portare qualche significativo cambiamento.

Via: Windows Central