Agcom

Agcom si schiera contro la riduzione del mese a 28 giorni

Giuseppe Tripodi -

Qualsiasi operatore utilizziate, non vi suonerà certo nuova la rimodulazione delle promozioni, che trasforma i mesi in 28 giorni. Come ormai certamente saprete, infatti, praticamente qualsiasi gestore (per ultimo anche TIM) applica i suoi canoni non ogni mese (30 giorni), bensì ogni 4 settimane (28 giorni): sebbene la differenza possa sembrare quasi irrilevante, questo porta ad un aumento di spesa annuale del 7%, con il pagamento della quota 13 volte l’anno invece di 12.

Proprio per questo motivo, Agcom ha segnalato all’antitrust questa pratica, in modo che vengano svolte le indagini necessarie per accertarsi che questa rimodulazione non rappresenti una scorrettezza nei confronti degli utenti.

LEGGI ANCHE: Truffa servizi in abbonamento: l’Antitrust e l’indagine su TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia

Nello specifico, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni riconosce la libertà commerciale degli operatori, ma ha comunque ritenuto opportuno richiedere l’intervento dell’antitrust, anche considerando che TIM (a differenza di Vodafone e Wind) applicherà questo cambiamento anche ai vecchi utenti e, secondo l’Agcom, non ha informato adeguatamente i suoi clienti.

Via: Repubblica