Il tasso di pirateria su Android è alto? Beh, anche su iOS non scherza!

Lorenzo Delli

Di solito quando si parla di pirateria legata al mondo dei videogiochi mobili si tende a puntare immediatamente il dito contro Android. Risulta infatti estremamente facile trovare l’apk e la cartella con i dati da inserire nell’apposito percorso per evitare di pagare la somma richiesta dagli sviluppatori.

A quanto pare però, se è vero che da un lato abbiamo su Android casi eclatanti come quello di Monument Valley (che all’epoca registrava qualcosa come il 95% di copie pirata) o di Dead Trigger (che divenne gratuito  nel 2012 proprio a causa della pirateria), anche su iOS di Apple il problema pare non solo presente, ma altrettanto grave.

LEGGI ANCHE: Radiation Island rimarrà esclusiva iOS perché “gli utenti Android non comprano giochi”

Sono i ragazzi di EcoTorque Games a fornirci una prospettiva su quello che può essere il tasso di pirateria dei giochi su dispositivi iOS. EcoTorque Games è la software house responsabile di Impulse GP, gioco di corse futuristico uscito al momento solo sulla piattaforma di Apple di cui vi abbiamo parlato in una recente raccolta giochi che ha debuttato giusto pochi giorni fa.

La software house ha deciso quindi di raccogliere un po’ di statistiche relative alla loro creazione che, come quasi tutti i giochi, ha richiesto anni di sviluppo e un team che si è ovviamente impegnato per cercare di offrire un’esperienza di gioco quanto più divertente possibile. Scoprire quindi di aver raggiunto qualcosa come 12.000 installazioni in una sola settimana (e su una sola piattaforma) avrà sicuramente fatto piacere ai ragazzi di EcoTorque Games, se non fosse che di queste 12.000 solo 399 copie erano state vendute legalmente.

Il grafico mostra l’andamento del numero delle installazioni, legali e non, a partire dal 16 luglio, data di lancio di Impulse GP sull’App Store di Apple. Le maggior parte delle copie pirata sono state installate dalla Cina, ben 8.852 a fronte di sole 9 copie vendute legalmente. La tendenza sul suolo cinese è comunque quella confermata dai dati raccolti dalla software house, e non è certo la prima volta che si registrano dati simili. Anche negli Stati Uniti però la situazione non è stata delle più rosee: nel sesto giorno dal lancio del gioco si è registrato infatti un tasso di pirateria pari al 93%.

Un solo gioco ovviamente non riflette l’intera situazione della pirateria su iOS, ma è comunque un dato di fatto che quando si parla di questo genere di situazioni, come accennavamo all’inizio dell’articolo, si tende spesso a puntare il dito su Android senza renderci conto che anche i giochi a pagamento su iOS subiscono lo stesso destino di quelli dedicati ad Android.

E purtroppo i ragazzi di EcoTorque Games vedono adesso la strada dei “premium game” molto più tortuosa di quanto effettivamente dovrebbe essere: se un gioco di corse curato come Impulse GP che costa solo 2,99€ ed è privo di acquisti in-app non riesce a vendere, le soluzioni sono poche. Ricorrere alle tanto odiate meccaniche free-to-play? Offrire demo gratuite con la possibilità di sbloccare la versione full con acquisto in-app? E voi che ne pensate della situazione?

App Store badge

Fonte: TouchArcade Forum