plasma mobile Kubuntu

Plasma Mobile, un nuovo OS per i fan di Kubuntu (video)

Giuseppe Tripodi

Stavate cercando un nuovo e improbabile sistema operativo da provare sul vostro Nexus 5? Siete fan di Kubuntu e volete dimostrarlo anche con il vostro smartphone?

In tal caso dovete proprio provare Plasma Mobile, nuovo OS basato sull’omonima interfaccia per desktop e realizzato dal team dietro KDE.

Il sistema è basato su Kubuntu e integra i driver video di Android e il display server kwin/Wayland. Offre tutte le funzioni che ci si aspetta da un OS per smartphone e include anche il supporto per i Plasma widgets di KDE.

LEGGI ANCHE: Recensione Meizu MX4 Ubuntu Edition

Plasma Mobile è ovviamente gratuito e open source: trovate maggiori informazioni e le istruzioni per installarlo sul sito ufficiale, mentre di seguito un video dimostrativo.

Via: Liliputing
  • Kuero

    Ma se non riescono a fare una distribuzione Linux decente che non abbia problemi su PC, come pensano di poter portare un OS tanto macchinoso e problematico su smartphone?

    • Androckz

      KDE non è una distribuzione Linux. Come dice il nome, è un Desktop Environment.
      L’OS di cui parli, impropriamente tra l’altro, è Linux, lo stesso su cui si basa Android.
      Prima di criticare una cosa, credo sia opportuno conoscerla.

      Detto questo, il lavoro di unificazione svolto dal team di KDE sembra molto promettente, se portato a termine come si deve potrebbe aumentare e non di poco le potenzialità di qualsiasi semplice smartphone. Grandi ragazzi, complimenti!

      • Valerio Pizzi

        però sarebbe meglio che fosse fatto qualcosa del genere dal team di gnome… lo preferirei assolutamente.

      • Kuero

        Guarda, sarò anche abbastanza ignorante in materia e non lo nego, fatto sta che ho provato diverse volte a passare da Windows a Linux (ho provato Ubuntu, Xubuntu, openSUSE, elementaryOS) e sempre, sempre, ho avuto problemi. Da app che non funzionavano, app che nemmeno esistono, bug dell’OS che ti fanno impazzire per risolverli e così via. E non sono esattamente il primo imbecille che passa, ma dover risolvere ogni cosa, e fare ogni singola cosa tramite righe di comando è soltanto stupido. Se davvero vogliono fare un OS come si deve, devono in primis eliminare la necessità di dover sempre usare il terminale per ogni minuscola cosa, e poi rilasciare un OS senza bug talmente evidenti che si riscontrano al primo avvio e sviluppare controparti decenti alle app che ormai nel 2015 tutti usano, per l’amor del cielo. Detto questo Android sarà anche basato su Linux, ma è molto più ottimizzato e praticamente mai richiede l’uso del terminale o di magheggi che sono all’ordine del giorno su PC.

        • Dijon

          Veramente su un sistema come kubuntu, lo prendo ad esempio puoi fare tutto tramite GUI non ti serve necessariamente il terminale. Io poi il terminale lo uso perchè è comodo, e permettere di fare tante cose più velocemente. Se poi il problema è che uno il terminale non lo sa usare il problema è un altro.
          Comunque per quanto concerne i problemi su pc…di distro ce ne sono tante non solo le derivate ubuntuu. E comunque se uno ricerca pochi problemi e stabilità esistono le versioni LTS apposta.
          Tutte le altre versioni non LTS è normale abbiano bug

          • Kuero

            Guarda, proprio ora stavo provando ad installare per l’ennesima volta elementaryOS, che a detta di praticamente tutti è quello più “accessibile” per un nuovo arrivato. La prima volta bug della distro, semplicemente la lingua passa all’inglese senza che tu possa fare nulla, bug conosciuto a cui nessuno sa porre rimedio. Reinstallo. Provo ad installare i driver Nvidia, perchè altrimenti il PC è fisso a temperature da fornace, e niente, non ci riesco perchè è tutto da fare da terminale e ognuno ha il suo tutorial e la sua versione su internet, che puntualmente non funziona. (Ovviamente non esiste un’installazione “avanti, avanti, installa” come un OS dovrebbe dare). Fatto sta che ci rinuncio e allora esco e riavvio, e tadà! Adesso non va più il trackpad. Questo è quello che intendo quando dico che Linux non può essere un OS se non per quelle poche persone che ci hanno passato un bel po’ del loro tempo ad imparare. La maggiorparte semplicemente non ha tempo di studiarsi i manuali. E ripeto, non mi considero esattamente l’ultimissimo arrivato, roba col terminale l’ho fatta anche con Windows e con OSX quando serviva, ma semplicemente lì c’erano quei comandi e quando li scrivevi funzionava, stop.

          • Luciano Faretra

            Guarda io uso sia windows per i giochi che linux sul portatile per l’università (dove non posso permettermi che qualcosa non funzioni) e sempre linux sui computer dei miei famigliari.

            Il problemi da te riscontrati si traducono tutti in una sola parola, elementaryOS, non so chi ha avuto la folle idea di consigliarti quella roba in pre alpha, ma usa qualcosa di serio (debain, linux mint, per iniziare… magari Archlinux quando ci prendi la mano) e vedrai che ti convincerai da solo della superiorità di questi sistemi operativi.

            Comunque come già spiegato da altri, tutto ciò che viene fatto con il terminale può essere fatto tramite GUI come con qualsiasi altro OS, se nella rete trovi guide che utilizzano linea di comando, viene fatto semplicemente perchè essendo indipendente dall’interfaccia permette di eseguire quei passaggi anche con altri desktop manager o distribuzioni. Questa cosa si rende estremamente necessaria su linux perchè ha un’evoluzione diversi ordini di grandezza più veloce degli altri sistemi operativi, in genere una main release ogni anno

        • m477

          “Se davvero vogliono fare un OS come si deve, devono in primis eliminare la necessità di dover sempre usare il terminale per ogni minuscola cosa”
          Lo hanno fatto già da anni.

          “e poi rilasciare un OS senza bug talmente evidenti che si riscontrano al primo avvio”
          Gran parte dei problemi delle distribuzioni GNU/Linux deriva dai driver proprietari fatti con i piedi (e su questo gli sviluppatori indipendenti non possono farci molto).

        • Pocce90

          Se non vuoi aver problemi con ubuntu devi usare hardware supportato, se ti ritrovi ad utilizzare driver proprietari perchè la casa non vuole fornire supporto o sorgenti per permetterne una implementazione seria non è certo colpa di chi sviluppa il sistema….il terminale non è obbligatorio utilizzarlo, ma fidati le cose sono mooooolto più trasparenti quando fatte da terminale, se ti ci abitui non ne fai più a meno

          • Kuero

            Eh, capisco, però con Windows il portatile non ha nessun problema. Addirittura con vari magheggi non dà nessun problema nemmeno con OSX. Con Linux invece nada, provi a sistemare una cosa e ne incasini altre due. Il terminale purtroppo per molte cose è obbligatorio, e non solo per risolvere problemi strani come su altri OS, ma per fare operazioni normalissime. Esempio: installare driver Nvidia. O terminale oppure ti tieni glitch grafici e temperature altissime.

          • Pocce90

            Ecco NVidia, io all’epoca ho smadonnato molto con nVidia, proprio per problemi del genere…ma quando ho risolto il mio PC aveva un ora in più di durata che su windows (da 6 ore a più di 7 ore di durata) il problema è che nVidia e l’open source sono due cose molto distanti, famoso è il commento senza parole da parte di Linus Torvalds ad nVidia: un dito medio in primo piano verso la telecamera (in effetti credo disse anche “nVidia? Fuckoff”). Se nVidia non facesse driver decenti su windows avresti gli stessi se non peggiori problemi anche li…la colpa di chi è quindi? Di nVidia.

          • Kuero

            Beh, di certo la colpa è anche e soprattutto di Nvidia, dopotutto le basterebbe fare un’eseguibile o un pacchetto .deb a prova di stupido. Però guardando anche nel giardino del vicino, Windows non ha comunque problemi con i suoi driver generici, tanto che un utente meno esperto nemmeno va ad installare driver esterni.

          • Pocce90

            Be i driver generici è ci sono anche su linux, solo che a tentativo viene installato un driver nVidia scritto dalla comunità, che causa problemi, e su windows non hai problemi coi driver generici solo se hai una risoluzione standard, comunque si i problemi se si presentano sui sistemi linux sono più rognosi che su windows, ma fidati che una volta impostato tutto, la superiorità rispetto a windows è tangibile

          • Kuero

            Eh, purtroppo per un motivo o per un altro è poco intuitivo come sistema operativo… Spero che in futuro si riuscirà a rendere più user-friendly anche Linux, così ci sarà davvero l’alternativa.

          • Pocce90

            Ah si, ma solo per la configurazione hardware, per il concetto di user frendly dipende molto dal desktop managermanager che si utilizza, però io uso linux da molti anni, da quando c’era mandrake, poi mandriva, poi sono passato ad ubuntu 7.04 e da li sono rimasto sempre con ubuntu e varie derivate…e di passi avanti nel ramo user frendly hanno davvero fatto passi da gigante

        • Marco Missere

          Io ho sempre, sempre avuto meno problemi con GNU/Linux che con Windows.

          • Kuero

            Nessun troll, te l’assicuro. Semplicemente impressioni di un normale utente che si affaccia a Linux per la prima (se così vogliamo dirla) volta.

          • Marco Missere

            Sì, infatti avevo modificato subito il mio commento perché mi ero reso conto di rischiare di essere un po’ offensivo, e non era mio intento 🙂

          • Kuero

            Tranquillo, semplicemente sono un po’ amareggiato perchè nonostante mi piaccia smanettare con i PC non ho proprio il tempo materiale per star lì a risolvere problemi su problemi e rischiare di trovarmi il PC inutilizzabile perchè qualcosa è andato a quel paese. Magari in futuro, chissà…

        • Marco Missere

          Vedi? È la tua ignoranza in materia che ti porta a credere che GNU/Linux sia problematico. E non lo dico con intento offensivo, sia chiaro, lungi da me, del resto sei stato a tu a non negare di essere ignorante in maniera di GNU/Linux. Io lo uso senza problemi da più di 4 anni, e prima ho fatto tutta la trafila di Windows dal 3.1 (!) al 7.

          • Kuero

            Sicuramente sarò anche ignorante io, però siccome mi reputo abbastanza capace è assurdo che uno come me abbia talmente così tanti problemi da non riuscire a fare un’installazione. Perchè alla fine installare i vari driver e programmi è una cosa elementare, non vedo perchè ci debba essere bisogno di scrivere righe e righe di codice su terminale. Immagina una persona che non sappia nemmeno cosa sia il terminale. Come fa a passare a Linux?

          • Marco Missere

            Ho installato GNU/Linux svariate e svariate volte, senza mai usare il terminale durante l’installazione. Sei tu sfortunato ad avere un hardware probabilmente esotico, o obsoleto, che fa le bizze con GNU/Linux. Succede.

        • awthil

          Onestamente la penso anche io come te, più o meno : non per il terminale, ma per me le distro linux vanno bene solo per sviluppatori ecc… il terminale una volta imparati i comandi di base non è così complicato, ma porca miseria come fanno le persone a suggerire distro linux per utilizzo ” fisso “, e soprattutto perchè parlare male di windows : si legge sui forum ” ho fatto installare ubuntu sul pc del mio collega, ora che ne ha acquistato uno con windows mi ha pregato di riportarlo come prima “, si credici. Per me le distro linux come utilizzo giornaliero fanno pena, molti dei software esistenti vanno solo su win e se li cerchi al massimo trovi solo imitazioni ; certo, esiste wine, ma anche lui ha i suoi limiti ( ci sono persone che addirittura ti fanno installare virtualbox per un programma solo ), per aggiornare da una versione all’altra non puoi mica usare il normale updater : o fai tutto da terminale, e come hai detto tu ci sono guide tutte diverse, o reinstalli tutto…francamente con windows 8.1 mi trovo benissimo : lo trovo stabile, veloce e veramente molto bello esteticamente ( la UI per me conta molto ) e non vedo l’ora di provare win10 con Cortana.
          Se vuoi un consiglio, prova Linux Mint : l’ho tenuta per quasi un mese, molto strano da parte mia che al massimo le tengo 5 giorni, la trovo la distro più stabile in assoluto.

          • Fighi Blue

            io invece ora sto usando windows 10 e ho dovuto mettere per forza linux…ci sono troppi programmi che uso su linux e che per windows non ci sono o non funzionano uguale (come dd o gparter)

        • Jack O’Malley

          Pensa che sono passato da Windows a GNU/Linux proprio per i problemi che tu attribuisci Linux.

        • Fighi Blue

          linux lo usano mio padre che non ne capisce nulla di pc e la mia ragazza, che lo trova molto più semplice e veloce da usare rispetto a windows (usa xubuntu)

  • Mattia Cavallo

    Ma é il font di symbian? 😀

  • Guest

    Plasma su Kubuntu è un’ottima interfaccia. Ben venga la maggior possibilità di scelta anche su smartphone.

  • Massimiliano

    Per quanto mi riguarda è da provare