La rete 4G di TIM continua ad evolversi e presto toccherà i 300 Mbit

Andrea Centorrino

Circa un anno fa, TIM presentava a Torino la Dual Carrier Aggregation, la prima funzionalità LTE Advanced introdotta nella sua rete 4G: dopo qualche mese tutti i clienti coperti dal servizio usufruirono di velocità fino a 225 Mbit. Oggi TIM continua ad innovare presentando la Three Carrier Aggregation, che tramite la combinazione di tre bande di frequenza (800, 1.800 e 2.600 MHz) permetterà presto di raggiungere i 300 Mbit al secondo in download.

La nuova tecnologia, testata nel laboratorio TILab con prototipi realizzati in collaborazione con Ericsson e Qualcomm (che ha fornito i processori Snapdragon 810 X10 LTE), sarà disponibile entro la fine dell’anno.

LEGGI ANCHE: LTE, per gli operatori italiani il gioco non vale la candela

Nei laboratori torinesi si sono raggiunti anche i 450 Mbit in download, la velocità massima offerta dalle specifiche LTE Advanced, ma al momento nessun piano è stato indicato per la sua disponibilità al pubblico. A seguire, un breve comunicato di TIM sulla nuova tecnologia implementata.

Con l’introduzione della Three Carrier Aggregation nella nostra rete – dichiara Roberto Opilio, Direttore Operations di Telecom Italia, – il Gruppo Telecom Italia dimostra ancora una volta la capacità di innovare e conferma la leadership nelle attività di ricerca e sviluppo sulle reti mobili. Con questa nuova carrier aggregation vogliamo mettere a disposizione dei nostri clienti una infrastruttura sempre più veloce e affidabile, in grado di rispondere alla crescente domanda di banda larga mobile legata all’utilizzo di servizi e applicazioni innovative. In questo modo a breve i clienti TIM potranno navigare in maniera sempre più performante e con qualità elevata, fruendo di contenuti multimediali in mobilità sia in formato Full HD che in quello 4K

 

Fonte: Mondo3