5 Giochi

5 giochi simbolo del mobile gaming

Giorgio Palmieri

Super Mario per Nintendo, Sonic per Sega, Master Chief per Microsoft e la sua Xbox, Kratos e tante altre per Sony: queste sono solo alcune delle mascotte videoludiche più famose. Pensandoci approfonditamente, quali potrebbero essere i giochi simbolo dell’universo del mobile gaming? Andiamo a vedere insieme i titoli che hanno donato del carattere al gioco su smartphone e tablet.

NELLE PUNTATE PRECEDENTI: Summer Edition

Temple Run

Non è di sicuro il primo nel suo genere, ma certamente Temple Run è riuscito a delineare i connotati del futuro del mobile gaming. Molti dopo di lui hanno cercato di ripercorrere la sua strada: tanti hanno fallito, altri nient’affatto, in ogni caso questo endless runner, ai tempi, riuscì a catturare numerose persone dotate di smartphone, in particolar modo i meno avvezzi al gaming. Toccò il vero successo nel 2012 quando divenne gratuito, operazione che lo portò sulle vette delle app più scaricate di sempre. Il sequel, Temple Run 2, non cambiò più di tanto le meccaniche, ma rifinì un gameplay già di per sé molto valido, con tutti i personaggi (e, soprattutto, gorilla geneticamente modificati) che tanto avevamo apprezzato nel primo episodio. Forza Imangi Studios, attendiamo un terzo capitolo!

  • Pro: Resta tutt’oggi uno degli endless runner meglio riusciti su mobile
  • Contro: Dov’è il terzo capitolo?
  • Prezzo: Gratuito con acquisti in-app

App Store badge

Play Store badge

Flappy Bird/Swing Copters

Più che un gioco, possiamo definirlo un vero e proprio fenomeno. Se non lo conoscete, probabilmente avete vissuto gli ultimi anni sotto terra sorseggiando sangue di ominide insieme alle locuste di Gears of War. In Flappy Bird si vestivano i panni di un uccellino, e il giocatore doveva farlo volare in mezzo a dei tubi verdi di nintendiana memoria regolando i suoi battiti d’aria a suon di tap sullo schermo. Un gioco difficile e frustrante che faceva guadagnare al suo sviluppatore, Dong Nguyen, circa 50000 dollari al giorno. Un titolo per certi versi ambiguo, semplice ma che (a quanto pare) provocava assuefazione, tant’è che il buon Dong l’ha dovuto rimuovere dagli store virtuali di Google e Apple. La vicenda è stata talmente surreale che ha provocato un’ondata di dubbi, lamentele, leggende metropolitane, persino un cabinato arcade a tema, insomma, un ambaradan incredibile. Flappy Bird ha fatto storia: proprio perché non c’è più, vi mettiamo nel badge a seguire il link per Swing Copters, seguito spirituale del suddetto. Poi, se proprio quest’ultimo non vi basta, potete pur sempre buttarvi alla “ricerca” di un clone: l’investigazione, o presunta tale, durerà all’incirca tre secondi.

  • Pro: Sa mettere a dura prova la vostra pazienza. Per davvero
  • Contro: Ripetitivo, ripetitivo, ripetitivo, ripetitivo […]
  • Prezzo: Gratuito

App Store badge

Play Store badge

Clash of Clans

Che vi piaccia o no, Clash of Clans è più che un semplice gioco mobile. È un’esperienza che potrebbe accompagnarvi ogni giorno e per tutto l’anno. Lo definiamo l’evoluzione più o meno naturale dei classici browser game, ora molto più coinvolgenti a causa della piattaforma tascabile. Supercell ha studiato la formula perfetta dal punto di vista remunerativo. Pensate un po’, il trittico Clash of Clans-Hay Day-Boom Beach, titoli molto simili prodotti dalla stessa azienda, ha fatto guadagnare a Supercell nel 2014 circa 3 milioni di dollari al giorno. Insomma, Clash of Clans a distanza di anni è ancora giocatissimo e amatissimo dal pubblico, e sarebbe un’ingiustizia non citarlo come uno dei titoli mobile più importanti di sempre: certo è che la sua formula di gioco basata sull’attesa non ha rapito proprio tutti, e tra questi ci siamo anche noi.

  • Pro: Longevo e coinvolgente
  • Contro: Struttura basata pesantemente sulle attese
  • Prezzo: Gratuito con acquisti in-app

App Store badge

Play Store badge

Angry Birds

Ci sarebbe da sganasciarsi dalle risate ogni volta che si riflette sul concept su cui si basa l’intero franchise di Angry Birds, considerando che la finlandese Rovio s’è costruita un impero seguendo questa linea: un gruppetto di volatili arrabbiati, decisamente arrabbiati, vogliono vendicarsi con dei maialini verdi colpevoli di aver rubato loro le uova. La vendetta prende una piega piuttosto irriverente: gli uccelli si armano di fionda e si lanciano contro i nemici a mò di kamikaze. Al di là di un possibile concetto allegorico (gli uccelli si sacrificano per i loro figli! Cavolo, che gioco profondo! NdR), Angry Birds è uno dei simboli più potenti del mobile gaming. Da semplice rompicapo sulla fisica, il brand si è espanso verso nuovi generi, alcuni riusciti, altri meno. Tutti hanno assaporato almeno una volta un Angry Birds qualsiasi: o forse tu, caro lettore, vuoi farci credere che non l’hai mai provato in nessuna salsa? Se è davvero così, complimenti per le tue abilità evasive! Comunque, qualora decideste di rimediare, tramite il badge qui sotto potete scaricare il primo, indimenticabile Angry Birds.

  • Pro: Tanti generi di gioco nel catalogo Angry Birds…
  • Contro: ….ma nessuno è mai riuscito a splendere come la sua prima iterazione
  • Prezzo: Gratuito con acquisti in-app

App Store badge

Play Store badge

Snake/Snake Rewind

Non perdiamoci in ulteriori chiacchiere, e parliamoci chiaro: Snake è il vero re del gaming mobile, e chi ha avuto la fortuna di giocarlo sul proprio dispositivo Nokia negli anni novanta questo lo sa bene. Le sue origini risalgono agli anni settanta, quando l’azienda RamTek sviluppò Barricade, titolo che ricoprì il ruolo di ispirazione per Snake. Il vero boom lo ebbe però sui cellulari proprio perché era la piattaforma ideale su cui esperienziarlo. Il titolo era un arcade dove, al comando di un serpente in costante movimento, bisognava mangiare del cibo per accumulare punti. Il problema stava nel fatto che il serpente cresceva ad ogni razione di cibo raccolta, cosa che aumentava il livello di difficoltà a dismisura in base a quanto tempo di riusciva a sopravvivere. Ormai Snake fa parte delle cronache di molti videogiocatori nostalgici: tramite il badge a seguire potrete scaricare Snake Rewind, il nuovo gioco mobile dal creatore dell’originale, Taneli Armanto.

  • Pro: Snake Rewind fa rivivere le stesse emozioni del passato…
  • Contro: … anche quelle negative
  • Prezzo: Gratuito con acquisti in-app

App Store badge

Play Store badge

  • TheAlabek

    C’era un trucco per finire snake, ma dovevi essere abile per metterlo in pratica…
    Se avete lollipop non vi dovete neanche sprecare per cercare un clone di flappy bird!

    • Sui Nokia? Bastava mettere in pausa e farlo ripartire 😀

      • TheAlabek

        Ma come, un veterano come te non conosce il metodo della S 😛 ?

        • Se intendi la tecnica per attorcigliare le spire sì, la conosco 😛

          • TheAlabek

            Ah ecco! Mi stavi “diludendo” xD

  • R.E.D

    Viva clash of claaaans

  • StriderWhite

    Io ci metterei nella lista anche Asphalt, Modern Combat, Real Racing, Monument Valley (anche se non forse così famoso…), Fruit Ninja, Plants vs Zombies, Ruzzle e così via, tanto per citare quelli più meritevoli.

  • Passi per Temple Run e Angry Birds, ma Flappy Birds proprio no!! 🙂

  • David

    Space Impact!

  • reccolo

    Bhe avreste potuto citare anche i temple run basati su oz e su ribelle. Soprattutto il primo e’ un gioco che a mio avviso migliora ulteriormente il gameplay (mettendo tanti nuovi mondi avvincenti e puzzle diversi per ognuno di essi) e la grafica. Non avrei messo snake poiche’ nell’attuale generazione non e’ entrato. Invece da mettere a mio avviso real racing, ruzzle e 2048.