tribunale

Truffa servizi in abbonamento: l’Antitrust e l’indagine su TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia

Lorenzo Quiroli -

Emergono nuovi dettagli sull’indagine dell’Antitrust sugli operatori telefonici di cui vi abbiamo parlato pochi giorni fa: vi è mai capitato di attivare un servizio in abbonamento navigando sul web con il vostro smartphone? Non serve una conferma esplicita in cui immettiate il vostro numero di telefono, ma semplicemente un paio di click sbagliati (prima era uno, ora ne servono due). L’Antitrust, dopo svariate segnalazioni, ha deciso di aprire un’indagine sui principali operatori del nostro paese, TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia, colpevoli di essere complici in questo meccanismo.

Ad oggi infatti è l’operatore a passare il nostro numero di telefono al fornitore del servizio, che non ha bisogno di richiedere la nostra conferma esplicita. Quest’assenza di un consenso palese da parte nostra ha portato spesso alla definizione di truffa, e non è un caso se molti dei servizi in abbonamento vengono abilitati per errore.

L’Antitrust sta valutando la legittimità di questo passaggio e Agcom ha chiesto nella bozza di delibera che il servizio per essere attivato debba richiedere all’utente il suo numero, in modo che il consumatore sia davvero consapevole di quello che sta facendo.

servizi in abbonamento

LEGGI ANCHE: Vodafone, TIM e Wind multate dall’Antitrust

Si tratta di un mercato in forte crescita secondo i dati del Politecnico di Milano, con un +30% nel 2014 e un giro di affari complessivo da un miliardo di euro. Quanti di questi sono stati guadagnati “per sbaglio”? Vi terremo aggiornati sulla vicenda che si concluderà con l’arrivo dell’autunno, ossia nei mesi di settembre / ottobre.

Fonte: Repubblica
  • denab

    Era l’ora!!! ho sempre ritenuto assurda la cosa di attivare senza neanche accorgersene abbonamenti settimanali! e poi pure difficili da disattivare!!! che ladri! siamo proprio italiani pieni di furbi!!!

  • Alex

    Infatti ho sempre pensato che gli operatori telefonici, a riguardo, sono coinvolti in qualche modo in queste “truffe”

  • francone

    Forza agcom!!

  • Mattexx

    Si sono svegliate le istituzioni finalmente!

    • Ingorante

      non contiamoci troppo…

      • Megabit

        non solo, anche se riscontrassero illecita la pratica (che personalmente già ritengo tale), se la caveranno con le solite ridicole multe di qualche decina o centinaia, se sono sfortunati, di migliaia di Euro! Noccioline paragonate ai milioni di Euro di ricavo che monetizzano i nostri “cari” gestori!

        • brachetto83

          a me è capitato e io sono tim, mi hanno preso 7 euro, ma ho chiamato il giorno dopo (perchè successo di notte) e mi hanno rimborsato e messo il blocco di questi servizi. cmq entro 6 giorni dall’attivazione mi sembra che aveva detto il ragazzo fanno il rimborso.

        • Ingorante

          Intendevo proprio quello. MA anche nel caso in cui le multe(come già accaduto) dovessero ammontare a 4-5 milioni di euro, non sarebbero NULLA in confronto a quello che ci guadagnano con queste operazioni truffaldine.

  • edivad98

    Davvero!!Basta cliccare per errore un banner e ti ritrovi abbonamenti settimanali che ti salssano

  • Davide Polez

    3 è famosa per questo, basta sbagliare link nelle sue app all’interno dei suoi telefoni brandizzati e ti partono spiccioli e spiccioli.

    TIM però è la furba, strani servizi aggiuntivi ed oroscopi e minchiate varie che ti ciucciano il credito al volo, basta telefonare ti fai mettere il n° di telefono nella blacklist e sei sistemato, ma bisogna sempre chiamare prima, la cosa peggiore è lasciare il proprio telefono in mano a sconosciuti o bambini, che vista la pubblicità in tv pensan bene di abbonarsi ad un servizio a pagamento.

  • Vasc Nizz

    Truffa legalizzata

  • MORTE

    sono tutti truffatori e lo stato è complice