Il vostro smartphone potrebbe avere una radio FM, ma non ve lo dicono!

Nicola Ligas -

La radio FM è una caratteristica sempre più rara sugli smartphone oggigiorno, eppure si tratta di una cosa assai semplice, che di certo molti produttori non avrebbero alcuna difficoltà ad inserire. La realtà potrebbe però essere un po’ diversa, tanto che sembra che molti smartphone abbiano già il modulo per la radio FM, ma che questo semplicemente non sia attivo.

Si tratta infatti di un’opzione assai economica dal punto di vista tecnico, ma invisa agli operatori, che preferirebbero che gli utenti utilizzassero le radio via internet, consumando quindi traffico dati, piuttosto che avvalersi dei vecchi sistemi. Il ragionamento in effetti non fa una grinza, e spiegherebbe piuttosto bene come mai un componente così economico non sia sempre presente.

LEGGI ANCHE: MixRadio su iOS e Android

C’è anche chi si è mosso per cercare di cambiare lo stato dello cose, come la National Association of Broadcasters americana, che ha chiesto (invano) di cambiare rotta. Samsung, Apple ed LG sarebbero tra le più popolari aziende che non hanno attivato i propri chip radio, ma se le cose non sono cambiate finora, difficilmente lo faranno in futuro, con il sempre maggiore proliferare di servizi di musica in streaming, anche gratuiti, ma per fortuna il dibattito negli USA sembra ancora aperto.

Se da una parte infatti Spotify, TuneIn e soci permettono una migliore gestione musicale, con playlist curate o autonome, download offline ed altri servizi, la radio FM incide assai meno sulla batteria e poi non consuma alcun dato, e visto che i piani mobili sono sempre alquanto limitati, quest’ultimo non è un dettaglio da poco.

Via: NPR