Apple Beats Music

Apple Music: niente account gratuito per gli utenti Android e bitrate a 256 kbps

Giuseppe Tripodi -

Lunedì abbiamo finalmente conosciuto Apple Music, il nuovo servizio di streaming musicale della mela che sarà integrato su iOS e probabilmente si imporrà da subito come uno dei grandi nomi del settore dello streaming.

Tuttavia, dopo il generale entusiasmo iniziale, arrivano i primi dubbi: Apple ha infatti confermato che i brani trasmessi avranno un bitrate di 256 kbps. Questa notizia, di per sé, non vuol dire nulla, poiché non è ancora chiaro se i brani saranno compressi in AAC (come in iTunes) o in MP3 (come in Beats Music): nella prima ipotesi avremmo comunque una qualità maggiore rispetto agli MP3 a 320 kbps di Spotify Premium, in caso contrario ovviamente no (in ogni caso, ricordate che la qualità standard di Spotify da mobile è di 96 kbps e che, a meno che non siate esperti, non è sempre facile distinguere la qualità audio).

LEGGI ANCHE: Chi ha bisogno di un player audio da 400$?

Ma lasciando da parte il bitrate, la notizia che farà davvero storcere il naso a molti è che, a quanto pare, gli utenti Android non potranno avere un account gratuito. Potremo quindi ascoltare Apple Music dai nostri smartphone senza mela solo nel caso decidessimo di abbonarci al costo di 9,99$ al mese, ma non avremo la possibilità di ascoltare Beats One, la radio online in onda 24 ore su 24.

Via: Gizmodo
  • Beh, da una parte è giusto dare una sorta di esclusività al prodotto, dall’altra è una gran troiata lolù.

    • sì, ma che ce frega della radio beats one? ce ne sono tremila… a dire il vero: perché un utente android dovrebbe essere interessato a apple music quando ci sono google play music, spotify, deezer, napster e chi più ne ha più ne metta?

  • JD

    ahahah e chissenefrega

  • Luca

    Perfetto stile Apple…

  • Filippo Pellicciari

    Magari poteva essere un incentivo a passare a prodotti Apple, ma per l’ennesima volta hanno deciso di speculare e speculare! Apple non si smentisce mai!

  • Dario · 753 a.C. .

    MusicAll tutta la vita. È completamente gratuito e senza pubblicità e funziona come spotify premium!!!
    Sul playstore però non c’è.

    • m477

      …è legale?

      • Dario · 753 a.C. .

        Credo che faccia lo streaming da YouTube

    • Gigi

      link?

      • Dario · 753 a.C. .

        C’è sia sul sito ufficiale il download dell’apk, ma anche su amazonshop

  • Graziano88

    I complimenti ad Apple che entra in un mercato carico di concorrenza e lo fa con proposte non concorrenziali. Perché è vero che la sua libreria sarà più ampia, ma è anche vero che gli utenti medi e maggiori si limitano ad ascoltare le hit del momento e raramente cercano rarità, di conseguenza la grande utenza interessata allo streaming musicale ha già scelto una bandiera (molto probabilmente Spotify o Google Music) e senza un’offerta invitante non cambierà.

    • Gigi

      in realtà non è neanche così, perchè da quello che ho capito per apple music non sarà disponibile tutto il catalogo di itunes ma solo una parte

  • Alex Alban

    Perché io utente Android dovrei usare un servizio di Apple quando c’è Google Play Musica che è perfettamente integrato con il sistema e coi servizi Google?

    • Gigi

      vaglielo a dire ahahaha 🙂

  • Gigamesh

    sento che questa notte non dormirò.

  • Elia

    ahahahahhaha e come sperano di superare spotify? Questi sono servizi che devono cercare di catturare più gente possibile altrimenti non funzionano…. Apple questo non lo capisce (classico esempio sono messenger e facetime, servizi ottimi ma di diffusione limitata)