App iOS final 1

Il WWDC inizierà l’8 giugno: cosa aspettarsi da iOS 9?

Giuseppe Tripodi -

Tra meno di una settimana si terrà al Moscone West di San Francisco il WWDC, l’evento annuale per sviluppatori in cui Apple annuncia le principali novità software. Tra le più grandi innovazioni che verranno introdotte sul palco da Tim Cook e soci c’è certamente iOS 9, la nuova versione del sistema operativo per iPhone e iPad di cui si discute ormai da diverso tempo.

Sono stati diversi, infatti, i rumor trapelati negli ultimi mesi a proposito di questa release: ma tirando le somme, cosa possiamo aspettarci da iOS 9?

Siri e Proactive

L’assistente vocale di Apple ha davvero bisogno di una svecchiata, che dovrebbe arrivare proprio con iOS 9. Le novità potrebbero partire dal look, dato che alcuni si aspettano un Siri più colorato, ma la vera innovazione sarà certamente Proactive. Svelato in un rumor di qualche giorno fa, si tratta di una sorta di assistente personale in stile Google Now: dovrebbe essere integrato in Siri, e ci fornirà informazioni utili prelevate da Calendario, Contatti, Passbook e applicazioni di terze parti. Secondo le prime voci, avrà una schermata dedicata a sinistra della prima homescreen (in modo simile a Google Now su Android) e sarà richiamabile anche con uno swipe verso il basso, andando a sostituire Spotlight.

Nuova tastiera

È di qualche giorno fa l’ipotesi secondo cui con iOS 9 verrà introdotta anche una nuova tastiera, ridisegnata e leggermente diversa rispetto a quella attuale. Dopo aver aperto alle tastiere di terze parti con iOS 8, Apple con la prossima versione del sistema operativo potrebbe finalmente rinnovare la sua, che rimane una delle componenti generalmente meno apprezzate dagli utenti: tra le possibilità, potrebbe esserci qualche tasto in più quando il dispositivo è in landscape e, finalmente, un restyle del tasto Shift, in modo da distinguere bene quando i caratteri sono in minuscolo o in maiuscolo.

Retrocompatibilità

Fonti anonime vicine ad Apple hanno suggerito che iOS 9 sarà compatibile con tutti i prodotti su cui attualmente funziona iOS 8: parliamo quindi di tutti i dispositivi della mela a partire da iPhone 4S, iPad 2 e iPad mini. Proprio questi ultimi, che hanno qualche incertezza con iOS 8, potrebbero ritrovare nuova vita con la prossima versione del sistema operativo che, secondo quanto riportato, sarà orientato al miglioramento delle performance e presenterà versioni ottimizzate per i modelli più attempati.

Apple Music

Tra le anticipazioni più discusse in casa Apple c’è anche il nuovo servizio di musica in streaming, che dovrebbe essere presentato proprio sul palco del WWDC e sarà diretto concorrente di Spotify, Play Music e tutti gli altri. Secondo le prime voci, potrebbe chiamarsi semplicemente Apple Music: sarà integrato di default in iOS 9 come app di sistema e avrà una forte componente social. Inoltre, per diffondere il servizio, Apple realizzerà anche la sua prima app per Android.

Nuovo font, sicurezza, varie ed eventuali

Tra le piccole novità estetiche c’è anche un probabile cambio di font: scelta storica, che porterà ad abbandonare l’amato Helvetica Neue in favore del nuovo San Francisco, tanto su iOS 9 quanto su OS X 10.11. A parte questo, secondo diverse fonti iOS 9 punterà molto sull’ottimizzazione e la sicurezza, tanto che grazie ad una nuova funzionalità che opera a livello di kernel potrebbe essere quasi impossibile effettuare il jailbreak.

Per quanto riguarda gli utenti iPad, alcuni rumor coraggiosi suggeriscono la presenza di split-screen e multi utente, ma per scoprire quanto ci sarà di vero in tutto ciò, non ci rimane che aspettare l’8 giugno.

  • Davide

    “versioni ottimizzate per i modelli più attempati”
    =
    castrazioni a gogo 😀

    purtroppo mai nessuno riesce a fare in modo diverso…
    (vedi su android, le barre trasparenti disattivate per chi ha dispositivi con poca ram…)