SteelSeries Stratus XL Wireless - 6

Stratus XL Wireless, la nostra prova del controller di SteelSeries per iOS e Mac (foto e video)

Lorenzo Delli

Grazie a SteelSeries abbiamo avuto l’opportunità di provare con mano Stratus XL Wireless Gaming Controller, un controller di alta qualità dedicato al gaming mobile, grazie alla compatibilità con dispositivi iOS (iPad, iPhone e iPod), e anche al gaming su Mac.

SteelSeries è un marchio danese di accessori dedicati ai veri gamer hardcore: sul sito ufficiale è infatti possibile trovare un’ottima selezione di mouse, mousepad, tastiere e cuffie gaming di altissima qualità.

LEGGI ANCHE: Crissaegrim NES30 PRO, il controller in stile NES per Android e iOS

Proprio nel vasto catalogo è anche possibile trovare Stratus XL Wireless, un controller che rispecchia l’alta qualità dei prodotti SteelSeries perfetto per le vostre sessioni di gaming in mobilità.

La confezione

La confezione di SteelSeries Stratus XL Wireless non nasconde in realtà grandi sorprese. Troviamo al suo interno, oltre ovviamente al controller, un piccolo manuale comprensivo di istruzioni in lingua italiana per l’accoppiamento con dispositivi iOS e Mac, e una coppia di pile stilo AA da inserire nel controller. Sulla confezione è possibile notare un QR Code che vi riporterà all’elenco dei giochi iOS compatibili con il controller di SteelSeries. La lista è in realtà incompleta, visto che sono in realtà molti di più i titoli compatibili (comprese anche le più recenti uscite compatibili con i controller MFi) disponibili sull’App Store.

Il controller

Stratus XL è compatibile con la maggior parte dei dispositivi iOS più attuali (iPhone 6, 6 Plus, 5, 5c, 5s, iPad Mini, Mini Retina, Air e iPod Touch di 5° generazione) e, come già accennato, è alimentato da due pile stilo AA che gli garantiscono un’autonomia superiore alle 40 ore di gioco. Il Wireless nel nome è spiegato dal semplice fatto che Stratus XL sfrutta la connettività Bluetooth (v2.1 +EDR) per accoppiarsi in pochi e semplicissimi passaggi ai vostri dispositivi. Nella parte posteriore del dispositivo, oltre allo sportellino da rimuovere per inserire le pile, si trova il pulsante di accensione e spegnimento.

Dove si trovano i pulsanti laterali (L e R) troviamo anche due pulsanti, uno da sfruttare per l’associazione a nuovi dispositivi (o per cancellare la cronologia dei dispositivi precedentemente associati) ed uno per controllare l’autonomia rimanente. La parte frontale ospita ovviamente tutta la dotazione di un classico controller: doppio stick analogico, pad, 4 pulsanti più uno centrale per accedere ai menu di gioco e per far riconoscere il controller ai dispositivi precedentemente accoppiati. Si può notare inoltre la presenza di una linea di led che si illumineranno di rosso che indicano lo slot occupato dal controller sul dispositivo. È infatti possibile sfruttarne più esemplari per giocare in multiplayer.

Feeling

La plastica gommata di cui è costituito Stratus XL permette un grip saldo e preciso. L’impugnatura risulta estremamente naturale e comoda, e permette di raggiungere con facilità tutti i pulsanti di cui è dotato il controller. Anche il peso risulta ben bilanciato. Sia l’aspetto, sia il look, ricordano abbastanza il controller dell’Xbox 360 di Microsoft, e tale caratteristica non è assolutamente negativa. L’unica differenza è costituita dal fatto che il pad virtuale di sinistra è posto esattamente al fianco di quello di destra, come nei più classici controller quali il DualShock di Sony o i controller dedicati al recente tablet gaming di NVIDIA, Shield Tablet.

Lo abbiamo testato su iOS con Bioshock di 2K Games, storico sparatutto che richiede una gran dose di coordinazione e un utilizzo combinato di più pulsanti. Stratus XL si è comportato particolarmente bene, reagendo a tutti i nostri input senza esitazione. Menzione speciale per i pulsanti laterali: quelli secondari (L2 e R2) sono particolarmente ampi e si adattano perfettamente alla presa del giocatore. Verrà particolarmente spontaneo sfruttarli specialmente in sparatutto frenetici quali appunto Bioshock. Su Mac lo abbiamo testato invece con BombSquad, altro titolo piuttosto frenetico che richiede una buona dose di prontezza e, come nel caso di Bioshock, un utilizzo combinato degli stick analogici, dei pulsanti laterali e dei quattro pulsanti X-Y-A-B. Anche in questo caso il controller ha soddisfatto appieno le nostre aspettative.

Recensione


 

Prezzo

SteelSeries Stratus XL Wireless è disponibile sul sito ufficiale SteelSeries o sullo store virtuale ufficiale di Apple (è annoverato tra gli accessori ufficiali di Apple) al prezzo di 69,99€. Acquistandolo sul sito ufficiale riceverete inoltre in regalo lo stand in plastica per dispositivi mobili del valore di 7,99€.

Conclusioni

SteelSeries Stratus XL è un controller a dir poco eccellente. Ottima l’autonomia garantita dalle due pile stilo, ottimo anche il feel grazie al peso bilanciato, alle forme familiari e ai pulsanti laterali facilmente raggiungibili. Gli unici difetti che si possono annoverare al dispositivo sono il prezzo, non alla portata di tutte le tasche ma comunque bilanciato con i prezzi di dispositivi “rivali” quali ad esempio quelli proposti da MOGA, e la mancata compatibilità con PC e Android.

PRO CONTRO
  • Ottimo grip
  • Peso bilanciato
  • Autonomia di oltre 40 ore
  • Reattivo e preciso
  • In regalo stand in plastica per sostenere il dispositivo (solo dal sito ufficiale)
  • Prezzo elevato
  • Manca la compatibilità con Android e PC
  • TheAlabek

    Costa troppo e la soluzione degli anologici simile al controller playstation è un abominio

  • Stefano Caliò

    Comunque è simile (praticamente identico…) al controller di Xbox One, più che quello di 360