Cortana

Cortana per Android arriverà a giugno, in seguito per iOS (video)

Nicola Ligas -

Confermando quanto già avevamo visto qualche tempo fa, Microsoft ha annunciato Cortana per iOS e Android, mostrandoci anche brevemente l’app in video, ma senza ancora rilasciarla. Si parlava inizialmente di autunno 2015, ma l’azienda di Redmond è a quanto pare riuscita ad anticipare i tempi: Cortana arriverà su Android a fine giugno, mentre su iOS solo in seguito.

Cortana non sarà esattamente identica a quella vista su Windows Phone, a causa di alcune limitazioni dovute alle diverse piattaforme, ma sarà comunque in grado di generare notifiche per vari eventi: sports, voli aerei, promemoria, e la maggior parte delle sue funzioni di assistente saranno comunque presenti.

LEGGI ANCHE: Office Now sfiderà Google Now

L’idea di Microsoft è quella di fornire una serie di servizi essenziali di Windows 10, tra cui Cortana, su tanti dispositivi diversi, inclusi gli smartphone con i sistemi della concorrenza; tutto questo si chiama Phone Companion for Windows 10, un software per Windows 10 pensato espressamente per rendere facile l’interazione tra smartphone, qualunque smartphone, e PC.

Microsoft si prepara insomma al lancio di Windows 10 guardandosi molto attorno, e senza snobbare minimamente la concorrenza, ma anzi, cercando di sviluppare anche soluzioni per quest’ultima, che abbiano come scopo finale quello di convertire gli utenti ai propri servizi. Una strategia sulla carta ottimale, che vedremo se darà i suoi frutti.

Via: The VergeFonte: Microsoft
  • Stefano Baldanza

    Voglio l’apk! Mi son rotto il pazzo di google now!

    • meibi

      Disattivalo non fai prima?

    • Alexander DeLarge

      Non credere che Cortana farà miracoli. Google Now è profondamente integrato nell’ecosistema Android, esattamente come Cortana lo sarà in Windows. Io temo che Cortana sul robottino sarà grandemente castrato, e si ridurrà ad un mero “Cortana, che tempo fa a Milano?” oppure “Cortana, apri Skype”. Spero vivamente di sbagliarmi, aspetto anche io con ansia questa applicazione, ma ricordiamoci che è un companion FUORI dal suo ambiente nativo.

  • Stefano Baldanza

    Voglio l’apk! Mi son rotto il pazzo di google now!

  • raimaj

    Si nota la differenza fra le ideologie della tanto osannata Apple e di Microsoft: per la prima collegare computer e cellulare significa introdurre elementi di iOS su MacOS, la seconda apre a tutti e tre i maggiori in campo con applicazioni native e perfette (vedi office).

    Microsoft dopo tanti anni finalmente di nuovo in prima linea per l’innovazione (vedi Holograms)