jailbreak-Apple

Su iOS 9 il jailbreak potrebbe essere quasi impossibile

Giuseppe Tripodi

Cattive notizie per tutti gli evasori in ascolto: secondo quanto riportato da 9to5Mac, infatti, iOS 9 potrebbe rendere la vita davvero difficile a tutti gli amanti del jailbreak.

Alcune fonti sostengono infatti che a Cupertino siano particolarmente entusiasti a proposito di Rootless, una nuova funzionalità che opera al livello di kernel e impedisce anche agli utenti amministratori di avere accesso ad alcune cartelle e file del file system. I rumor sostengono che questa novità verrà introdotta tanto su iOS 9 quanto su OS X 10.11, ma sarà disattivabile sul sistema operativo desktop.

Specifichiamo per dovere di cronaca che il jailbreak (comunemente detto anche sblocco) si basa proprio sull’ottenere i privilegi di utenti root, al fine di poter poi installare facilmente software di terze parti che non proviene dall’App Store. Per quanto questa spiegazione sia estremamente semplicistica, risulta chiaro che se venisse davvero introdotta una modifica come Rootless sul kernel, potrebbe essere davvero molto più difficile riuscire nell’impresa del jailbreak.

Via: Phone Arena
  • Quanto non mi dispiace. Apple ha sempre voluto creare un ecosistema chiuso sotto quest’aspetto (applicazioni esterne o qualsiasi cosa non approvata da Apple). Non dico che sia sbagliato, anche se è una decisione che a me non piace così tanto (preferisco un sistema più “libero”, nel quale chiunque può fare ciò che vuole, come Android con i permessi di root). Il fatto che forse siano riusciti a bloccare il metodo per ottenere i permessi di root su iOS (aka Jailbreak) è positivo. Quando compri un device Apple sai (giusto?) che stai comprando un device nel quale potrai fare solo ciò che vuole il produttore, quindi non c’è nessuna limitazione per gli utenti attuali (se Google un giorno si svegliasse dicendo “No, voi installate solo quello che vi dico io tramite il Play Store, vi scordate il root e vi dimenticate l’esistenza di applicazioni essenziali e banali tipo file manager” sarebbe una cosa completamente diversa).