Uber final

Uber: proposti 3 miliardi a Nokia per HERE Maps

Giuseppe Tripodi

Tutti la cercano, tutti la vogliono e ormai non passa giorno senza leggere di un nuovo possibile acquirente. Parliamo di HERE, la divisione di mappe di Nokia che come ormai sarà noto a tutti è in vendita al migliore offerente, o quasi.

Se ieri l’ipotesi più probabile suggerita dal Wall Street Journal prevedeva un’acquisizione da parte di un trittico di produttori di automobili tedeschi, oggi il New York Times riporta che Uber sarebbe stata una delle prime compagnie a fare un’offerta a Nokia, proponendo 3 miliardi di dollari.

Si tratta di una cifra leggermente superiore alle valutazioni degli analisti (che stimavano un valore di 2 miliardi), ma comunque nettamente inferiore agli 8,1 miliardi che l’azienda finlandese pagò nel 2007 per acquisire Navteq.

In ogni caso, le ragioni dietro l’interesse di Uber per il servizio di mappe non hanno bisogno di troppe spiegazioni: la società che propone un’alternativa ai classici taxi sta crescendo velocemente e punta addirittura alle possibili auto che si guidano da sole.

LEGGI ANCHE: Uber al lavoro sulle macchine a guida autonoma

Nel frattempo, al tavolo degli interessati rimangono anche Facebook, che utilizza già HERE su Messenger e Instagram, Baidu e Apple. Secondo quanto suggerito dal New York Times, Nokia stabilirà a chi vendere entro la fine di questo mese, anche alla luce della volontà di acquisire Alcatel-Lucent per rafforzare l’infrastruttura delle reti, al prezzo di 16,6 miliardi di dollari.

Via: The Verge
  • iBacco

    Venderà a Microsoft, o in alternativa a un’altra società statunitense, col benestare di Microsoft. Dubito che HERE venga lasciata in mani europee o ancor peggio (dal punto di vista geostaminchia) cinesi. In quest’ottica Uber può essere un’opzione.