continuum

Continuum richiederà nuovi smartphone

Nicola Ligas

Tra le recenti novità annunciate per Windows 10, Continuum è senz’altro una delle più interessanti. Grazie ad esso potrete utilizzare il vostro futuro smartphone con Windows 10 come mouse e tastiera per controllare il sistema in esecuzione su un monitor esterno, oppure, ed è questa la vera opzione interessante, potrete far girare l’intero sistema su un secondo schermo, con le app universali di Windows 10 che si adatteranno automaticamente al maggiore spazio a disposizione.

LEGGI ANCHE: Il vostro smartphone Windows 10 è anche un PC

Per sgombrare il campo da facili illusioni, chiariamo però che nessuno degli smartphone attuali dovrebbe essere in grado di supportare Continuum. La conferma è giunta da più parti, e Joe Belfiore cita esplicitamente “nuovi componenti Qualcomm” che rendono possibile gestire due schermi su questi nuovi telefoni, permettendo a quello del telefono di funzionare in maniera indipendente da quello del PC.

Ci sono insomma un sacco di potenzialità in Continuum, ma ci vorrà anche tanta potenza. I dettagli al momento sono scarsi, e difficilmente potremo provarlo di persona prima del prossimo autunno, quando sarà rilasciato Windows 10 per smartphone, e quando probabilmente arriveranno i primi Lumia col supporto nativo a Continuum.

Via: Windows Central