Hemlis Messenger

Un triste addio per Hemlis Messenger

Giuseppe Tripodi

Alzi la mano chi si ricorda ancora di Hemlis. Per i più smemorati, si tratta di un progetto per un software di messaggistica istantanea multipiattaforma super sicuro, fondato da uno dei creatori del noto portale di contenuti non esattamente legali The Pirate Bay.

Ma nel parlare di questa applicazione dovremo iniziare ad utilizzare il passato poiché, come avrete intuito, Hemlis ha definitivamente chiuso i battenti.

Lo ha comunicato il team con un triste messaggio sul blog nel quale spiega come, nonostante tutti i loro sforzi, abbiano capito che è praticamente impossibile emergere in un mercato dove i grandi del settore continuano ad ingigantirsi e non c’è possibilità di spiccare (qualcuno ha detto Telegram?).

LEGGI ANCHE: WhatsApp festeggia 800 milioni di utenti attivi

New messengers fails miserably. While we have been working with Hemlis has several new and old messenger been released and updated. None has yet though even managed to make even a small scratch in the surface of the big. They have just grown bigger.

Si tratta senza alcun dubbio di parole sincere che ci rattrista leggere, ma purtroppo è l’inevitabile legge del mercato dove (semplificando molto!) chi tardi arriva, male alloggia.

Nel salutare il team di Hemlins, vi consigliamo di leggere il sentito post di addio, che potete trovare nel link in fonte.

Fonte: Hemlis