Apple Mac Breaking Bad

Gli accordi commerciali tra Sony e Apple rivelati da Wikileaks

Giuseppe Tripodi

Non è la prima volta che fughe di notizie vengono collegate al celeberrimo portale WikiLeaks: in questo caso, sul sito fondato tra gli altri da Julian Assange, sono state svelate diverse notizie a proposito di accordi commerciali tra Apple e Sony. In particolare, diverse email trapelate durante gli attacchi informatici all’azienda giapponese degli scorsi mesi, hanno reso note alcune informazioni sugli accordi per portare il canale Crackle su Apple TV, sulla vendita di contenuti tramite iTunes e tanto altro.

LEGGI ANCHE: Sony ha ripiegato su BlackBerry durante l’hacking

Tra le notizie a proposito del contratto tra le due compagnie, vale la pena segnalare:

  • I termini del patto per portare il canale Crackle di Sony su Apple TV, che includono un contratto da 3 anni (da dicembre 2013) e il diritto di Sony di mantenere il 100% dei ricavi pubblicitari
  • I termini per la vendita di contenuti multimediali di proprietà di Sony (tra cui Charlie’s AngelsWho’s The Boss) su iTunes
  • Le previsioni di vendita di giochi Sony su App Store, che suggerivano che i ricavi su iPhone e iPad sarebbero stati nettamente più altri rispetto ad altre piattaforme di gioco
  • Una serie di email per il product placement di dispositivi Apple nel film Sex Tape, in cui un iPad ha quasi un ruolo da protagonista
  • Una discussione via mail tra i dirigenti di Sony e quelli di Apple, poiché i primi erano preoccupati a proposito dell’utilizzo di determinati brand (tra cui il volto di Walter White) nella campagna di adesivi per Macbook Air

In ogni caso, i leak pubblicati vanno ben oltre gli accordi commerciali con Apple, motivo per cui Sony ha apertamente criticato la pubblicazione di questi documenti da parte di WikiLeaks.

Via: 9to5Mac