apple-samsung

Samsung dedica un team di 200 dipendenti ad Apple

Lorenzo Quiroli Il tempo della guerra tra Apple e Samsung sembra essere finito ormai

La causa legale tra Apple e Samsung ha rappresentato uno dei più grandi scontri frontali tra aziende tecnologiche in questo secolo ma ormai entrambe sembrano aver sotterrato l’ascia di guerra e il loro rapporto è più che pacifico.

A testimonianza di ciò, secondo un report di Bloomberg, Samsung avrebbe dedicato un team composto da ben 200 dipendenti alla produzione di display per la casa americana. Questo è stato formato il 1 aprile e dovrebbe fornire schermi per iPad e MacBook.

LEGGI ANCHE: Samsung predice ancora cali

Nella speranza che le vendite di Galaxy S6 riportino in ordine i suoi guadagni, in calo ormai da mesi, Samsung sta puntando sempre più alla produzione di display e processori, con Apple che rappresenta il suo più grande cliente. Questa speciale attenzione ha anche l’obiettivo di vincere futuri ordini, in particolare per Apple Watch e iPhone.

Allo stesso modo anche per quanto riguarda i processori, secondo gli ultimi rumor Samsung ritornerà a produrre SoC per Apple con A9 che sarà montato sul prossimo iPhone. Insomma, la relazione tra i due giganti è ormai d’intesa e dopo aver rinunciato allo scontro legale (almeno al di fuori degli USA) ognuno bada semplicemente ai propri interessi.

Fonte: Bloomberg
  • Oneplus_Master

    Samsung ci faceva già i processori per la mela

  • Shpattov

    Dovrebbero spiegare a Samsung che se vuole rimettere in ordine i suoi conti dovrebbe smettere di deludere i suoi clienti, abbandonando i top di gamma in mezzo alla strada dopo l’uscita… gli aggiornamenti contano! E samsung si sta dimostrando un’azienda incapace di fidelizzare. Prossimo dispositivo Sony o Htc.

    • Umberto M-Hunter Parodi

      Di quali top di gamma parli scusa?

      • Shpattov

        Tipo il note 4 che sta finendo a barzelletta in più di metà del globo. Tipo il note 2 che fu completamente abbandonato all’epoca. Tipo i vari Sx del momento che dopo mezzo aggiornamento venivano lasciati sbattere. L’unico trattato degnamente è stato l’S2. Ma in realtà poi anche modelli definibili mid range sarebbero meritevoli di essere portati avanti e vengono anche questi lasciati stare.

        • Umberto M-Hunter Parodi

          Note 4 aggiornato, note 3 pure, s4 ed s5 anche…confermato pure per note 2 che é uscito quasi da 3 anni…ma di che stai parlando? L’unico a non essere stato piu aggiornato é l’s3, 3 anni anche lui ma è colpa del solo gb di ram..

          • Shpattov

            Veramente per note 2 è arrivata l’ennesima smentita. Note 4 aggiornato solo in alcune zone e non tutti i brand, aggiornamento per altro fatto con i piedi. S4 ed s5 idem, forse s5 più diffuso. Note 3 non te ne so parlare… in ogni caso guarda quanti mesi c’hanno messo a fare sta miseria.

          • Umberto M-Hunter Parodi

            Gli altri non sono da meno…vedi Sony che ha iniziato da un paio di settimane e oneplus settimana scorsa…

        • M-Redstone

          Non sono d’accordo su nulla

          • Shpattov

            Noto con piacere che hai cambiato il commento. Ti rispondo soltanto che intanto il mio commento è di 2 mesi fa e va quindi contestualizzato agli eventi di due mesi fa almeno per quanto riguarda il note 4.

          • M-Redstone

            Ho cambiato “al volo” (ma a quanto pare lo hai letto ugualmente) proprio perché mi sono accorto che erano passati 2 mesi :-)) Non valeva più la pena infervorarsi per difendere il mio amato Note 4

          • Shpattov

            Guarda che sono anche io un possessore di note 4. E lo sono stato del note 2. Non parlavo a caso, credimi 🙂

          • M-Redstone

            Allora non puoi non ammettere che Note 2 (anche se non ricevesse Lollipop) è cmq uno dei device finora più supportati del mondo Android.. ancora oggi è più valido della maggior parte degli smartphone di fascia media

          • Shpattov

            Forse, ma dopo quanto tempo è stato effettivamente aggiornato in maniera decente? Io lo comprai all’epoca perché mi aspettavo delle tempistiche decenti da parte di samsung, memore del successo dell’s2, ma alla fine mi scocciai di aspettare e feci il cambio con un nexus 4. E ancora dopo tempo che l’avevo cambiato, non si parlava di aggiornamenti, se non in rumors di rumors di rumors. Ora siamo a kitkat, ma hanno fatto “soffrire” parecchio l’utenza per arrivarci.

          • M-Redstone

            Ma in fondo è sempre andato bene.. solo che abbiamo questa ansia da aggiornamento spesso immotivata. Diciamo che se Samsung ponesse fine a questa babele di modelli e varianti a getto continuo e si concentrasse su 6 o 7 modelli per coprire le varie fasce di prezzo… probabilmente gli aggiornamenti sarebbero più puntuali. Ma in ogni caso gli S e i Note sono trattati abbastanza bene.. non è che i possessori di Sony, Huawei, HTC ecc.. se la passino molto meglio. Certo sotto questo aspetto i Nexus sono imbattibili, visto che li aggiorna direttamente Google.. ma tra un Nexus e un Note (di pari generazione) come potenza harware e completezza di funzioni non c’è partita. Per me la gamma Note è la n.1 in assoluto

          • Shpattov

            Non ho mai messo in dubbio questo. La mia era una critica al modo di gestire i rapporti con i propri utenti da parte di samsung :).

    • Luca

      Flashati la cyano e no paura 😉