Xiaomi Mi Band scatola

La prossima Xiaomi Mi Band punta ai pagamenti (foto)

Giuseppe Tripodi

Huami, startup cinese che aveva collaborato con Xiaomi per la realizzazione di Mi Band, ha annunciato di essere attualmente al lavoro con Alipay per realizzare la seconda generazione di questa fortunatissima smartband.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Band vs Fitbit Flex vs Jawbone UP: confronto tra smart band

Per chi non la conoscesse, Alipay è una piattaforma di pagamento cinese lanciata nel 2004 dalla famosissima Alibaba: la partnership con questa società suggerisce che la prossima Mi Band verrà utilizzata per i pagamenti in mobilità, come d’altronde suggeriscono anche gli screenshot che potete trovare in fondo (per quel poco che si intuisce!).

L’idea è che, grazie all’accoppiamento Bluetooth con il nostro smartphone, gli utenti cinesi potranno pagare direttamente con il loro braccialetto, senza neanche dover digitare una password: la smartband verificherà la presenza del nostro dispositivo e autorizzerà (o meno) il pagamento.

Inutile sottolineare che, con ogni probabilità, solo gli utenti residenti in Cina potranno beneficiare di questo aspetto della nuova Mi Band della quale, comunque, restiamo curiosi di scoprire altre informazioni.

Via: GizmoChina
  • Choz Chozzy

    Quindi nel caso dovesse arrivare in Europa sarebbe castrato?

  • Daniele Freccero

    inizialmente sarà inutile ma sicuramente verrà abilitato anche in Europa (almeno spero) presumo però che visto gli annunci di poco tempo fa negli USA con molta probabilità funzionerà da subito

  • Dario

    Sarebbe anche il caso che uscisse… Dato che ne stanno annunciando il lancio sul mercato ormai da mesi!

  • pakko

    Nel Mi Band 1 hanno aggiunto la sezione tracking per la corsa e va solo in cina. Questo sarà solo per la cina ed onestamente non mi tocca. La Mi Band è favolosa per il prezzo che ha. Non vedo l’ora di vedere la sua evoluzione! Vai Xiaomi, stupiscimi!