Microsoft Windows 10 copie pirata

Windows 10 sarà gratuito anche per chi utilizza copie pirata

Giuseppe Tripodi

Si torna a parlare di Windows 10 che, come abbiamo già detto, sarà disponibile da questa estate come update gratuito per tutti gli utenti che utilizzano Windows 7 e Windows 8 (nonché per chi utilizza Windows Phone).

La vera novità, però, è che anche chi non ha copie genuine di Windows potrà aggiornare gratuitamente a Windows 10. La notizia era già trapelata nei giorni scorsi, ma riceve adesso conferma da Terry Myerson, vicepresidente esecutivo della divisione Windows, che in un’intervista a Reuters ha dichiarato:

Aggiorneremo tutti i PC abilitati a Windows 10, anche se la licenza non è stata acquistata in maniera legittima. Tutti coloro che hanno un dispositivo con hardware qualificato potranno effettuare l’update, incluso chi utilizza copie piratate. Crediamo che i nostri clienti col tempo apprezzeranno il valore di avere Windows con licenza originale e vogliamo facilitargli la possibilità di ottenerne una copia.

LEGGI ANCHE: Microsoft, ecco come guadagneremo coi software gratuiti

Come certamente saprete, Microsoft ha una lunga storia di software piratati: secondo quanto dichiarato dall’ex CEO Steve Ballmer nel 2011, in Cina solo un cliente su dieci aveva effettivamente pagato la licenza per il sistema operativo.

Sicuramente una grande mossa da parte di Microsoft, che non fa altro che confermare l’importante cambio di rotta intrapreso e che, certamente, per questa mossa avrà la stima di tutti gli utenti. Pirati e non.

Via: The Verge